"Una collezione veneziana" alla Fondazione Querini Stampalia dal 21 novembre

Cultura veneziana e veneta dal '500 di Jacopo e Domenico Tintoretto al dramma della Prima Guerra Mondiale, raccontata dai bassorilievi di Arturo Martini

Foto: ingresso della Querini Stampalia, immagine d'archivio

Cultura veneziana e veneta dal '500 di Jacopo e Domenico Tintoretto al dramma della Prima Guerra Mondiale, raccontata senza retorica in otto bassorilievi da Arturo Martini, artista chiamato a rivoluzionare la scultura italiana nel '900. "Una collezione veneziana" alla Fondazione Querini Stampalia espone il ricco patrimonio d'arte, d'oggetti e libri raccolto nei decenni scorsi dalla Cassa di Risparmio di Venezia, ora Intesa Sanpaolo. Una raccolta che dal 21 novembre sarà esposta in modo permanente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Tuffo nell'acqua bassa a Jesolo, un ragazzo all'ospedale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

  • Il ceppo di covid proveniente dalla Serbia è molto aggressivo. Zaia: «Preoccupati per i virus importati»

  • Il giorno del Mose: alle 12.25 la Laguna è completamente isolata dal mare | DIRETTA

Torna su
VeneziaToday è in caricamento