Open Stage, il teatro all'aperto anima la città

Rischiava di essere annullato, alla fine ha trovato l'appoggio del Comune e di tutta la comunità. Annunciate future collaborazioni con produzioni teatrali che raggiungeranno anche la terraferma

Il sottotitolo è "Rising lagoon" perché quest'anno il festival porta novità, innovazioni, una specie di marea positiva che invade il campo. Si presenta così Venice Open Stage, arrivato alla settima edizione: dal 3 al 14 luglio campazzo San Sebastiano diventa un palco a cielo aperto e ospita spettacoli provenienti da università e accademie di recitazione internazionali e da compagnie professioniste di recente formazione. L'organizzazione è a cura dell’associazione culturale Cantieri Teatrali Veneziani assieme al Comune di Venezia.

Il programma completo

Il sostegno della città

Una bella notizia, visto che stavolta la rassegna rischiava di saltare. «Ce l'abbiamo fatta grazie al sostegno e all'affetto del Comune e di tutta la comunità - ha detto David Angeli, uno degli organizzatori -. Vos ha davvero dimostrato di far parte del patrimonio immateriale della città e del suo territorio». Francesco Gerardi ha parlato delle nuove collaborazioni che stanno nascendo, come quella con l'Accademia delle belle arti di Venezia. Importante poi la partnership con il progetto europeo “Fabulamundi. Playwriting Europe - Beyond Borders” e il Modello Te.S.eO - Teatro scuola e occupazione (promosso da Regione, Teatro stabile del Veneto e Accademia teatrale veneta). Renato Gatto ha spiegato come l'Accademia teatrale veneta partecipa a Vos portando in scena sia una versione di “Sogno di una notte di mezza estate”, sia la pièce che verrà elaborata nel corso del laboratorio per attori professionisti “The Lulu project” e finanziato appunto dal progetto Fabulamundi.

Progetti futuri

«Non sono stati momenti facili – ha commentato l'assessore Paola Mar – ma la crisi aiuta a mutarsi. In sei anni avete dimostrato che la qualità della vostra rassegna è buona ed è per questo che la risposta della città è stata così importante. Venice Open Stage coinvolge i giovani e riesce allo stesso tempo ad attrarre tutte le fasce d'età; e poi ha la capacità di aggregare, fare cultura, essere internazionale e creare sinergie tra diverse associazioni». Nel futuro la collaborazione tra Vos e il Comune potrebbe arricchirsi con la messa in scena di produzioni teatrali anche in altre occasioni e altri luoghi. Compresa la terraferma.

Come partecipare

Ad aprire il festival, quest’anno, sarà la sezione “Off”, composta da tre spettacoli di compagnie formate da attrici e attori professionisti, per dare visibilità ai loro spettacoli e creare un punto d'incontro tra gli artisti e gli operatori teatrali e cinematografici. Altra novità è che sette serate saranno anticipate da un “Extra Stage”, con inizio delle performance tra le ore 19.30 e le 20.00. Gli spettacoli sono a ingresso gratuito su invito: per ritirarlo è necessario prenotarsi gratuitamente chiamando il 345.6105044 o direttamente presso il Venice Open Stage a San Sebastiano. L'inaugurazione è il 3 luglio, alle 18, con un aperitivo collettivo e dj set.

Video: David Angeli, responsabile comunicazione Vos

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Manifesto VOS 2019-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

Torna su
VeneziaToday è in caricamento