"2015 personaggi" Max Giusti al Toniolo di Mestre

Si intitola “2015 Personaggi” il tour invernale di Max Giusti. Alla soglia dei 30 anni di carriera, nell’anno 2015, Giusti fa parlare senza filtri i suoi personaggi, quelli che lo hanno accompagnato per tutto questo tempo. Max sarà nei panni del prete detective Don Matteo, l’attore da Oscar Toni Servillo, il parrucchiere Icaro che odia i “pelati”, il rapper marchigiano Mc Silvano che vanta centinaia di migliaia di visualizzazioni su youtube, il neo italiano Mohamed, il cantante più sensibile Patrizio Cantamore, l’ambientalista Sergio oltre agli storici Claudio Lotito, Al Bano, Cristiano Malgioglio, che lo hanno reso noto nel programma tv “Quelli che il calcio”. Tutti i personaggi vengono introdotti dai monologhi dello stesso Max che, partendo dall’attualità, racconta i tempi di oggi all ’insegna della spending review, per arrivare poi a toccare temi più emozionali come i figli, i genitori, il primo amore e le difficoltà della vita di coppia. “2015 personaggi” è uno spettacolo all’insegna dell’attualità, che non disdegna uno sguardo verso la situazione politica dell’Italia di oggi ma che usa sempre ed esclusivamente il linguaggio comico dell’istrionico (questa volta è proprio il caso di dirlo) Max Giusti.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Musikamera: il programma della stagione 2019/2020

    • dal 11 dicembre 2019 al 12 novembre 2020
    • Teatro La Fenice
  • Il noir al femminile fa tappa al Mesthriller 2019

    • Gratis
    • dal 1 novembre 2020 al 1 dicembre 2019
    • Centro Culturale Candiani
  • Migrating Objects. Arte dall’Africa, dall'Oceania e dalle Americhe alla Collezione Peggy Guggenheim

    • dal 15 febbraio al 14 giugno 2020
    • Collezione Peggy Guggenheim Venezia
  • Max Pezzali in concerto a Bibione

    • 2 luglio 2020
    • Stadio comunale di Bibione
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento