Danza e teatro: con l'arrivo dell'autunno torna la nuova edizione di "Acqua alta"

Gli spettacoli andranno in scena da novembre a marzo: il programma

Con l’arrivo dell’autunno torna la nuova edizione 2019/2020 di ACQUA ALTA, la rassegna promossa e organizzata dall’Assessorato alla Cultura della Città di Chioggia con il Circuito Arteven/Regione del Veneto, che da novembre a marzo non mancherà di allietare le vostre serate in compagnie di interpreti e spettacoli di prim’ordine sia di Teatro (ore 21.00 al Teatro Don Bosco) che di Danza (ore 17.30 all’Auditorium San Nicolò).

Inaugurazione

Si inizia il 13 novembre Viktor Und Viktoria, divertente e ironica commedia con musiche in cui la bravissima Veronica Pivetti è Viktoria, talentuosa cantante disoccupata, che si finge Viktor e conquista le platee. Tra battute di spirito e divertenti equivoci si legge la critica ad una società bigotta e superficiale all’alba di una nuova guerra sempre pronta a giudicare dalle apparenze. Il comico Riccardo Rossi, in scena il 27 novembre con W le donne! Tutte le donne della nostra vita, racconta tutti i dettagli del viaggio verso la maturità di un uomo che prende consapevolezza della schiacciante superiorità dell’universo femminile. Il 12 dicembre spazio a Otto donne e un mistero, un giallo ambientato nelle festività natalizie. Peccato che una delle donne di casa, in palcoscenico Anna Galiena, Debora Caprioglio, Caterina Murino e Paola Gassman, ha pugnalato Marcel e tagliato i fili del telefono, trasformando una bella dimora di campagna in una prigione di paura.

Programma

Il 16 gennaio si cambia registro, risate a non finire, con gli spassosissimi Okidok (Xavier Bouvier et Benoît Devos) nel loro Slips Inside che narra, senza mai parlare, le curiose vicende di due clown che s’illudono di essere straordinariamente belli, atletici, attraenti e che mai si accorgono della loro tonitruante goffaggine, della loro implicita timidezza, delle loro tenere debolezze dell’animo. Gabriele Cirilli arriva a Chioggia il 6 febbraio nel suo Mi piace… di più, il nuovo monologo che si dipana attraverso il backup del cellulare di Gabriele. Filo conduttore dello spettacolo è naturalmente la risata, che si diffonde contagiando immancabilmente anche lo spettatore più scettico e serio. È poi la volta del Teatro dei pazzi che il 20 febbraio presenta una divertente rilettura de Le allegre comari di Windsor. Questo originale adattamento abbina ai personaggi creati da Shakespeare quelli tipici della Commedia dell’Arte, quali: il Dottore, il Capitano, gli Zanni e tutta una serie di soggetti di fantasia che partecipano alla trama. Da non mancare l’appuntamento del 5 marzo, in occasione del mese della donna, con Anna De Franceschi che il 5 marzo si trasforma in Super Ginger: un’acclamata performer da varietà, una vera fuoriclasse dell’intrattenimento. Vita e peripezie di una piccola grande eroina che non molla mai, un viaggio fra scena e realtà raccontato dalle emozioni di una clown a tempo pieno.

Danza

E ora spazio alla Danza che inizia il 15 dicembre con la Cenerentola una storia Italiana… della compagnia Fabula Saltica su musiche di Gioacchino Rossini e Simone Pizzardo. Il coreografo Claudio Ronda ambienta la storia nell’Italia degli anni ’60. La fata madrina è un’abile sarta, non ci sono zucche né topi e Cenerentola è una giovane donna consapevole protagonista delle proprie scelte. Il 12 gennaio appuntamento con la danza classica e Grande Suite Classique Verdiana del Balletto di Siena, regia e coreografia di Marco Batti su musica di Giuseppe Verdi. Un balletto che trae ispirazione dalla vita e dalla produzione musicale del grande Maestro di Busseto. Il 9 febbraio un coloratissimo e oseremmo dire carnevalesco I Bislacchi omaggio a Fellini con i bravissimi ballerini di Artemis Danza/Monica Casadei coreografia, regia, luci e costumi di Monica Casadei. Questo allestimento si ispira all’universo del cineasta Federico Fellini: i danzatori rievocano e reinventano immagini, scene e personaggi di alcuni film del grande maestro sulle celebri note di Nino Rota. Ultimo appuntamento tutto al femminile per la giornata della donna dell’8 marzo con Ersiliadanza nella nuova produzione Callas e altre voci straordinarie, coreografie di Laura Corradi e creato con Midori Watanabe, Carlotta Plebs, Alberto Munarin, brani interpretati da Maria Callas da Verdi, Puccini, Bizet.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poca neve a Venezia, poi la pioggia

  • Contro un albero e giù nel fosso: muore un 43enne

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

  • Violento scontro fra furgone e trebbiatrice sulla Triestina

  • Recuperato senza vita l'anziano di San Donà

  • Infermiere preso a calci e pugni da un paziente: si dovrà operare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento