Come iscrivere i propri figli all’asilo: informazioni e procedure

Ecco tutte le informazioni necessarie e i consigli per affrontare al meglio l’iscrizione del proprio figlio alla scuola dell'infanzia.

Asilo: come e quando iscrivere i propri figli

Mancano ancora diversi mesi all’inizio dell’anno scolastico ma arrivare preparati al primo giorno di asilo, soprattutto per i genitori alle prime armi è sempre un bene. Cosa bisogna fare per iscrivere il proprio figlio all’asilo? Quali sono le procedure e quali le tempistiche da rispettare? Qual è l’età in cui si può iniziare ad andare all’asilo? Scopriamolo insieme nel nostro approfondimento dedicato all’iscrizione dei propri figli all’asilo.

ETÀ DI AMMISSIONE Si possono iscrivere alla scuola dell’infanzia tutti i bambini che entro il 31 dicembre dell’anno corrente compiono il terzo anno di età. Anche i bambini che hanno superato i tre anni e che non hanno ancora raggiunto gli anni dell’obbligo scolastico (i sei anni) possono regolarmente iscriversi all’asilo.
Un’ulteriore eccezione viene fatta per quei genitori che desiderano iscrivere i propri figli all’asilo in anticipo. In questo caso i bambini devono essere nati entro e non oltre il 30 aprile dell’anno successivo a quello in cui si intende iscrivere il proprio figlio all’asilo. 


MODALITÀ E TEMPI D’ISCRIZIONE La domanda di ammissione per gli asili avviene con modalità cartacea. Questo modello, stabilito dal Ministero dell’Istruzione, deve quindi essere presentato di persona presso la segreteria della scuola a cui si sceglie di iscrivere il proprio figlio. 
Le iscrizioni devono avvenire nel mese di gennaio dell’anno di riferimento. Seguirà la pubblicazione di graduatorie da parte del consiglio d’istituto con l’elenco degli ammessi alla scuola. Le domande vengono solitamente accettate nel limite dei posti disponibili. 
Ad ogni modo, i bambini che nell’anno di riferimento compiono i tre anni hanno la precedenza rispetto agli anticipari.
 
ASILO PUBBLICO O PRIVATO? Un aspetto molto importante da considerare per l’iscrizione del proprio figlio all’asilo è quello di decidere se optare per una struttura privata o una pubblica. Sono diverse le questioni che vanno considerate. Vediamone insieme alcune. 
Un primo punto riguarda le modalità di accesso. Un asilo pubblico ha una graduatoria per posti disponibili e va scelto in base alla vicinanza della residenza del bambino mentre all’asilo privato si accese solo in base alla disponibilità dei posti. Vanno poi considerati i costi. L’asilo pubblico ha un prezzo relativo alla fascia di reddito familiare mentre per gli asili privati i costi dipendono esclusivamente dalla struttura e dalla fascia oraria di riferimento. L’orario anche è un elemento discriminante in quanto negli asili pubblici è rigido mentre in quelli privati è flessibile e sempre in questo sono comprese molte attività extracurriculari che l’asilo pubblico non prevede. 

Come far divertire i bambini in auto

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Progetto "Generation" alla Nave de Vero: opportunità di lavoro per giovani disoccupati

  • Back to school: come ordinare i testi scolastici e riceverli a casa in 24 ore

  • Aumentano gli iscritti nei nidi e nelle scuole dell'infanzia comunali di Venezia

  • Diventare fisioterapista: come intraprendere questa professione

  • Lezione di anatomia umana gratis per 100 scuole venete

  • Come iscriversi all'università in ritardo: costi e procedure

Torna su
VeneziaToday è in caricamento