Svolta green a Mestre e Lido con il car sharing di Toyota: mappa dei veicoli e apertura via app

Una parte delle macchine a Mestre in "free floating", ovvero con la possibilità di parcheggiare ovunque. Presto nuove piazzole per il rifornimento di energia. "Abbattiamo le emissioni"

Venezia accelera sull'elettrico e presenta un progetto che punta ad abbattere le emissioni inquinanti dei veicoli che si muovono a Mestre e al Lido. E' il servizio di car sharing "YUKÕ with Toyota", avviato dal primo giugno, con 49 veicoli ibridi a disposizione dei cittadini. Una parte di questi (10) è in modalità free floating, ovvero permette di guidare la macchina fino a un punto a proprio piacimento e parcheggiarla, senza essere vincolati ad una stazione di car sharing. Sarà possibile farlo in una zona sperimentale di Mestre.

Green "flessibile"

E' Mauro Caruccio, amministratore di Toyota Italia, a spiegare come funziona il nuovo servizio (che sostituisce quello che fino a maggio era gestito direttamente dal Comune). L'idea di base è quella di sempre: si prende l'auto "a prestito", la si utilizza a seconda del bisogno e poi la si parcheggia al punto di arrivo, pronta per il prossimo utente. "Le nostre vetture possono trasportare fino a 5 persone, e l'utente può scegliere tra le due opzioni free floating e station based (la si riporta in uno dei parcheggi). I veicoli sono dotati delle tecnologie più avanzate: le Prius, ad esempio, hanno un pannello solare sul tetto che è in gado di generare energia elettrica".

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Emissioni abbattute

Le altre caratteristiche: "Al servizio si può accedere tramite tutti i dispositivi, presto anche con gli smartwatch. Quasi tutte le vetture sono equipaggiate con cambio automatico e producono basso inquinamento acustico". Ma il vero fiore all'occhiello è il capitolo emissioni: "In modalità urbana riescono a viaggiare per oltre il 50% in elettrico. La Yaris (ce ne sono 39 a Venezia) riesce a ottenere il 75% della mobilità a zero emissioni. In totale, questo modello permette di ridurre fino al 90% l'emissione di inquinanti". Esiste anche il mezzo per trasporto di disabili, mentre il costo resta lo stesso del servizio gestito dal Comune e fino a settembre c'è la possibilità di iscrizione gratuita. A breve, infine, con Q8 ci sarà la possibilità di pagare la benzina con QR code via smartphone. Il servizio è già scattato da giugno e i numeri sono incoraggianti: quasi 700 iscritti; 132 noleggi; 4.600 km percorsi per 430 ore di servizio erogate, di cui il 52% con trazione elettrica, e quindi con inquinamento ambientale e acustico pari a zero, risparmiando così in particolare 230 chili di emissione di co2.Il servizio si snoda attualmente su 15 postazioni, sparse su tutto il territorio comunale, con una flotta di 40 mezzi. Gli iscritti possono, attraverso una apposita app, non solo prenotare l'auto, ma anche materialmente aprirla e utilizzarla. Possono anche scegliere, in caso di urgenza, tra 10 vetture tenute sempre appositamente 'libere', quella per loro logisticamente più comoda.

mappa postazioni-2

"Soddisfatto di questo matrimonio"

“Il lavoro svolto insieme alla città di Venezia, nel corso degli ultimi anni -  ha osservato l'ad di Toyota Italia, Caruccio - è stato di fondamentale importanza per lo sviluppo e la diffusione di una mobilità sempre più sostenibile. Col servizio 'YUKÕ with Toyota' ogni cittadino potrà contribuire in modo attivo al rispetto dell’ambiente grazie alle basse emissioni delle nostre vetture. Infatti la tecnologia Full Hybrid Electric di Toyota è in grado di funzionare in modalità totalmente elettrica (e quindi ad emissioni zero) per il 50% del tempo nei trasferimenti urbani. 'YUKÕ with Toyota' è un servizio disponibile per tutti, anche per le persone con mobilità ridotta che potranno usufruire di un Toyota Proace Verso”.

Lido "elettrificato"

Il progetto prevede un'area sperimentale a Mestre con 10 auto libere, che si individuano e si aprono attraverso l'app - spiega il sindaco Luigi Brugnaro - Sono orgoglioso del parcheggio di Santa Maria Elisabetta al Lido, dove stiamo anche preparando il bando di gara per acquistare bus elettrici. Proprio oggi abbiamo approvato in giunta l'accordo con Enel che installerà 50 stalli per la carica elettrica. Vogliamo che Venezia sia leader in Europa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Maltempo, allagamenti e spiagge distrutte lungo la costa veneziana

  • L'outlet di Noventa si fa ancora più grande e strizza l'occhio ai giovani

Torna su
VeneziaToday è in caricamento