Approda a Venezia la Energy Observer, prima barca tutta alimentata a energie rinnovabili

L'unità è impegnata in un giro del mondo a tappe: arriverà alla marina dell’isola della Certosa dal 6 luglio, mentre dal 7 apre il villaggio espositivo, interattivo e pedagogico

Energy Observer passing the Corinth Canal - © Energy Observer - Antoine Drancey

Dalla partenza, avvenuta dalla località francese di Saint-Malo nel giugno del 2017, Energy Observer ha percorso più di 7mila miglia senza emettere gas a effetto serra né polveri sottili. Un lungo tour attorno al mondo per incontrare gli innovatori del settore ecologico e intanto testare in condizioni estreme un insieme di tecnologie energetiche che si basano su un sistema di produzione, gestione e stoccaggio intelligente dell’energia.

Dieci giorni alla Certosa

Ora la prima imbarcazione elettrica alimentata a energie rinnovabili e idrogeno arriva a Venezia, 23^ tappa dell'itinerario: il 6 luglio il “Solar Impulse del mare”, come è stata soprannominata, attraccherà alla marina dell’isola della Certosa, restandovi fino al 16 del mese. Per meglio conoscere l’iniziativa, il pubblico potrà visitare il villaggio espositivo appositamente allestito, interattivo e pedagogico, aperto gratuitamente dal 7 al 15 luglio.

Venezia, città delle sfide del futuro

Venezia è una delle tappe più importanti in calendario per “Odyssée pour le Futur” 2018, partita il 28 marzo da Marsiglia, ed è il primo scalo italiano di Energy Observer. La laguna vive diverse sfide ambientali: la crescita del livello delle acque, la scomparsa della biodiversità marina, un traffico marittimo intenso e la pressione del turismo. Temi determinanti nella scelta di questa città come scalo di primo piano per l'imbarcazione. Per dieci giorni l'equiaggio, guidato da Victorien Erussard e Jérôme Delafosse, avrà modo di incontrare gli innovatori che lavorano per la salvaguardia del pianeta e studiare soluzioni per uno sviluppo durevole. Tali soluzioni saranno poi oggetto della serie di documentari intitolati “L’Odyssée pour le futur”, in onda sull’emittente francese Canal+ a partire da settembre 2018, che saranno accompagnati dalla produzione di una web serie sulle soluzioni concrete e applicabili, a testimonianza della realizzazione dei 17 obiettivi di sviluppo durevole adottati nel 2015 dall’ONU.

Il villaggio

Situato vicino all’imbarcazione sulla Certosa, il villaggio accoglierà i visitatori e permetterà loro di scoprire il progetto legato alla prima barca a idrogeno del mondo (che sarà visibile, ma non visitabile). Luogo di incontri, scambi e di scoperte, il villaggio è caratterizzato dall’interattività e sarà aperto al pubblico da sabato 7 a domenica 15 luglio, con la sua esposizione interattiva e pedagogica, installazioni di realtà virtuale e proiezioni a 360 gradi distribuite su due padiglioni. L’accesso è gratuito con orario 10-18.

Tecnologie green

L’imbarcazione è completamente green e punta all’autonomia energetica, grazie a un mix di energie rinnovabili (solare, eolico e idro-eolico) e a un doppio stoccaggio con batterie dell’idrogeno prodotto a bordo con l’elettrolisi dell’acqua di mare. Questo “smart grid” galleggiante anticipa le reti energetiche del domani, senza combustibili fossili, decentralizzate e digitalizzate, con l’ambizione di rendere il sistema utilizzabile anche su grande scala sulla terraferma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Maltempo, allagamenti e spiagge distrutte lungo la costa veneziana

  • L'outlet di Noventa si fa ancora più grande e strizza l'occhio ai giovani

Torna su
VeneziaToday è in caricamento