Da ciclisti pendolari a startupper: ecco "Ermes", la prima e-bike tutta made in Italy

Bici elettrica concepita e assemblata da "Mechane", start-up di Cazzago. Materiali ecologici e all'avanguardia. A gennaio negli Usa per 15mila chilometri all'urlo di "Imbriani non mollare"

Da ciclisti pendolari a startupper, progettando la prima bici elettrica con motore italiano. Anzi, il motore di "Ermes", realizzata con materiali eco-friendly e riciclabili, arriva da Forlì, ma per il resto la e-bike progettata da Stefano Celegato e Alessandro Cerrone ha componenti che provengono in gran parte dalla provincia di Venezia (il telaio in legno viene realizzato da una ditta specializzata monzese). Insomma, un progetto in tutto e per tutto concepito e cresciuto in territorio lagunare. Per la precisione a Cazzago di Pianiga, dove ha sede la start-up "Mechane", che si prefigge l'obiettivo di promuovere la mobilità sostenibile e il Made in Italay attraverso prodotti innovativi. 

La start up

L'avventura è iniziata nel marzo scorso e ha dalla sua l'esperienza in prima linea da ciclisti "pendolari" degli ideatori, fino a domenica presenti all'Eicma, l'esposizione internazionale del ciclo e del motociclo di Milano (padiglione 11, stand A38). Altrimenti l'alternativa è più complicata ma di sicuro fascino: raggiungere gli Stati Uniti nel gennaio prossimo, quando con il testimonial Gianpaolo Imbriani e la sua onlus "Ermes" percorrerà 15mila chilometri delle strade a stelle e strisce, da Miami a New York.

"Imbriani non mollare"

L'innovazione si lega alla storia di Gianpaolo, che sta girando il mondo in memoria di suo fratello, Carmelo, ex calciatore del Napoli morto nel 2013 per un brutto male. In ogni posto che visita Gianpaolo lascia l'effige di "Imbriani non mollare", la foto che ritrae il fratello esultante dopo un gol con la maglia del Napoli. Obiettivo del lungo viaggio è raccogliere fondi per costruire 5 campi da calcio, uno per continente. Rendendo globale la passione per lo sport che contraddistingueva suo fratello. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto si è risvegliato dal coma. Una perizia chiarirà le cause dell'incidente

  • Si è spento il sorriso più bello: Caorle stretta nel dolore per la morte di Juri

  • Ciclista travolto e ucciso da un'auto

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

  • C'è un nuovo ristorante con due stelle Michelin a Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento