Itinerari culturali di Casa di Anna

Ogni venerdì, cinema, alimentazione, storia dell'arte.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

CASA DI ANNA presenta la prima stagione degli ITINERARI CULTURALI

È con piacere che annunciamo l’avvio degli Itinerari Culturali di Casa di Anna. Una proposta culturale per il territorio, con gli ingredienti che ci contraddistinguono. Ambiente, sociale, sostenibilità, inclusione e biologico, organizzati in tre filoni che si alterneranno da fine ottobre 2018 a fine marzo 2019.

Gli itinerari di Casa di Anna prenderanno il via con il primo appuntamento del filone “Agricoltura e alimentazione biologica”. Una lezione in campo con l’agronomo Luca Conte, sabato 27 ottobre. Continueremo poi questo filone con due interventi del Cuoco Olistico Sara Todeschini: sabato 17 novembre presenterà il metodo della lattofermentazione per la conservazione delle verdure, mentre sabato 23 febbraio 2019 intratterrà i nostri ospiti con gli stili di cottura in cucina.

Il secondo filone è dedicato al cinema. “Documentari d’autore su sostenibilità e inclusione”. Un aperitivo in agriturismo, la proiezione del film alla presenza dei registi e un dibattito informale davanti a un bicchiere di vino e una fetta di torta della casa. Chi poteva aprire questa rassegna se non Giovanni Pellegrini, noto regista e.. fratello di Anna? Primo di cinque appuntamenti, venerdì 9 novembre, ‘Bring the sun home’ di Chiara Andrich e Giovanni Pellegrini. Due gruppi di persone e due civiltà, lontanissime tra loro, entrambe impegnate per il sostegno dell’ambiente tramite l’utilizzo dell’energia solare. Seguono ‘Bandiza’ di Alessio Padovese, in programma venerdì 30 novembre. Un documentario veneto sul tema del diverso. ‘I’m in love with my car’ di Michele Mellara e Alessandro Rossi verrà proiettato venerdì 18 gennaio 2019. Una riflessione su come l’automobile influenzi i nostri stili di vita. Il quarto appuntamento è fissato per venerdì 8 febbraio 2019, con ‘Niente sta scritto’ di Marco Zuin sul tema della disabilità. Chiude questo filone degli Itinerari ‘Unlearning’ di Lucio Basadone, Anna Pollio e Gaia Basadone, sul tema del consumismo e sul viaggio di una famiglia verso la libertà dalle catene della modernità.

Il terzo filone è un percorso tra arte, cultura, religione e cibo. “Le cene e i Vangeli nell’iconografia Rinascimentale”. Tre serate che ci porteranno ad apprezzare 3 opere d’arte approfondendo il brano evangelico che rappresentano, gustandone le caratteristiche storico-artistiche e assaggiando quei cibi che appaiono nei quadri. Il dott. don Fausto Bonini, sacerdote di grande cultura, professore universitario e ex Vicario del vescovo per la Terraferma oltre che parroco del Duomo di Mestre, presenterà l’analisi biblico teologica. Mentre il dott. Matteo Piccolo, Conservatore dei Beni Storico Artistici, presenterà l’opera d’arte dal punto di vista storico artistico. La cuoca del nostro agriturismo, sarà lieta poi di farci assaggiare quei cibi che sono dipinti nella tela. Partiremo venerdì 23 novembre con ‘Le Nozze di Cana’ del Tintoretto, in cui avrà un ruolo essenziale il vino. Seguirà l’appuntamento del 1 febbraio 2018 con ‘Cena a Casa di Levi’ del Veronese. Sarà un’occasione per degustare alcuni piatti della Cucina Veneta Rinascimentale. Chiuderà questo filone ‘L’Ultima Cena’, opera di Jacopo da Bassano. Sarà un’occasione anche per degustare dei cibi sullo stile ebraico nella tradizione Pasquale. Undici occasioni per passare una serata piacevole, allietati dai piatti preparati con i prodotti biologici di Casa di Anna.

Info e prenotazioni info@casadianna.net - 348.9015321 - 345.1605479 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Casa di Anna è una società Agricola voluta dalla famiglia Pellegrini per dare un’opportunità di lavoro e di crescita anzitutto alla figlia Anna. E, assieme a lei, a tante persone in difficoltà per motivi di disabilità o per situazioni di difficoltà: persone che hanno problemi con la giustizia, che hanno perso il lavoro o che stanno uscendo da una dipendenza. Casa di Anna è, per tutte queste ragioni, una Fattoria Sociale. L’unica iscritta all’albo della Regione del Veneto nella provincia di Venezia. È anche Fattoria Didattica e in questo senso è impegnata nel territorio per fornire servizi formativi in collaborazione con l’Ulss e le istituzioni locali. È anzitutto una società agricola. Coltiva ortaggi con una produzione rigorosamente biologica, rispettando l’ambiente. Produce energia elettrica a mezzo dei pannelli solari, ricava l’acqua dalla falda acquifera, realizza il compostaggio e ovviamente ricicla i rifiuti. Vende i suoi prodotti nel negozio a bordo campo e nel Mercato Coperto di Coldiretti Venezia a Mestre. Fa anche servizio di consegna a domicilio. Completa l’attività di Casa di Anna il nostro Agriturismo. Aperto da nemmeno un anno e già molto richiesto per la sua cucina sana e prelibata. Casa di Anna è un esempio di azienda sociale che innovativamente cerca tutte le strade per restare sul mercato, senza sovvenzioni esterne, ma solo con il risultato di un lavoro rispettoso dell’uomo e dell’ambiente, diversificato, intenso e pieno di passione."

Torna su
VeneziaToday è in caricamento