Brugnaro a Toninelli: «Siamo soli. Su Porto Marghera e le navi quando si decide a chiamarmi?»

Il primo cittadino sbotta e si rivolge al ministro alle Infrastrutture: «Venezia sta andando avanti da sola. Quando il ministro si è chiarito le idee parli con il sindaco»

Il sindaco di Venezia si infervora e, ai microfoni dei giornalisti, lancia un appello rivolto al governo: «Il ministro dei Trasporti qua non è mai venuto», attacca, proseguendo in tono sarcastico: «Caro Toninelli, quando sarà libero e avrà tempo di venire a Venezia, siamo qua. Avremmo Porto Marghera, un'area di 2.200 ettari, e un "problemino" con le navi, se vuole dire qualcosa. I suoi, quelli che lo hanno votato, sono contrari a tutto. Ci sono 5mila posti di lavoro che perdiamo. Ci dica cosa dobbiamo fare. Quando verrà? Quando si deciderà a chiamarmi? È passato tempo, sono passati tre mesi».

«La città va avanti da sola»

E ancora: «Quando vuole, quando è a disposizione, siamo qua che aspettiamo. Tanto abbiamo "soltanto" Venezia. Parliamo al mondo da soli e la città sta andando avanti da sola lo stesso. Anzi, ministro Toninelli, se non dichiara niente è meglio, piuttosto di dire una cosa e poi cambiare idea. Si chiarisca e dopo parli con il sindaco, grazie».

Potrebbe interessarti

  • Sabbia in casa: i trucchi per liberarsene con facilità

  • Come combattere il caldo quando si viaggia in auto

I più letti della settimana

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: 23enne recuperato morto

  • Meteo instabile nelle prossime ore: arriva l'ondata di calore, in Veneto rovesci e temporali

  • Confermati temporale e grandine, nel Veneziano crolleranno le temperature

  • Incidenti sul Passante: una Ferrari incastrata sotto un camion

  • Dalla pesca al furto: denunciati ragazzi veneziani

  • Schianto in autostrada, morta una 22enne

Torna su
VeneziaToday è in caricamento