Città metropolitana, Zaia "gela" Orsoni: "Roma sta cercando la rissa"

Il presidente della Regione punta il dito sulle marcate differenze tra i territori veneziani in vista della cancellazione della Provincia: "E' un vero e proprio blitz antidemocratico calato dall'alto"

La creazione delle città metropolitane voluta dal governo per il presidente del Veneto Luca Zaia "é un vero e proprio blitz antidemocratico". Zaia lo indica in una nota nella quale precisa che "tutto ciò sta avvenendo nei confronti di quella Venezia che con Roma non ha mai avuto buone relazioni. E' difficile non concludere che Roma stia cercando la rissa".

Il governatore mette nel mirino le differenze territoriali del Veneziano: "Ho con il sindaco Orsoni un'ottima relazione istituzionale e sono certo che lui sarà il primo a rendersi conto che Venezia e Cinto Caomaggiore hanno davvero poco a che spartire - prosegue Zaia - e che solo chi, a Roma, sia digiuno di territorio, di chi nulla sa del Veneto può pensare a un'area metropolitana così come la disegna il provvedimento del governo. La città di Venezia - continua - non è sovrapponibile, per storia, economia, composizione sociale del territorio alla sua provincia e tanto meno, appare quella città diffusa come ce l'hanno spiegata i sociologi. Un provvedimento avulso dalla realtà come questo rischia di buttare benzina sul fuoco di realtà piccole e medie che si sentirebbero, improvvisamente, private di un ente intermedio di rappresentanza".

Secondo il titolare di Palazzo Balbi "si tratta di un provvedimento improprio che cala dall'alto, un'idea che, realizzata altrimenti, sarebbe invece tutt'altro che cattiva. Sono da sempre favorevole infatti - ricorda Zaia - in linea di principio, all'attuazione di città metropolitane che siano capaci di evitare sprechi e di ridurre eccessive distanze burocratiche tra cittadini e istituzioni. Città in grado di confrontarsi, come dimensionamento, con quelle che si trovano in giro per il mondo e che sono capaci di fare sintesi di ampie porzioni del proprio territorio: la vera area metropolitana del Veneto è il Veneto, con una capitale, Venezia, che, per storia e posizionamento, non ha rivali".

 

ABOLIZIONE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA E ISTITUZIONE CITTA' METROPOLITANA:

- ZACCARIOTTO IN TRINCEA: "MAI SOTTO VENEZIA, PIUTTOSTO CON TREVISO"

- LA PROVOCAZIONE: "SINDACI VENEZIANI VIA DALL'ANCI"

- IL DECRETO IN ARRIVO: PROVINCIA ADDIO

 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • La Vera area metropolitana del Veneto è il Veneto con il Friuli, la Lombardia Veneta, un pezzo del Trentino, l'Istria e la Dalmazia, ricordiamo al Governatore Luca Zaia, altro che storie !

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Gli finisce addosso la friggitrice con l'olio bollente in cucina, giovane ustionato

  • Sport

    Il Venezia vince "di rigore" col Gubbio: una vittoria che vale il primato al Penzo

  • Incidenti stradali

    Bisarca perde un'auto in corsa in autostrada, soccorsi sul posto e traffico bloccato a Meolo

  • Mestre

    Dopo la rapina con gli arresti, i banditi fanno saltare il bancomat della Bcc di Marcon

I più letti della settimana

  • Referendum, la débâcle del "Sì". Zaia: "Risultato strepitoso, ora si vada al voto"

  • Referendum: Cavallino-Treporti e Chioggia regno del "No", il "Sì" si difende a Concordia

  • Ex Municipalità, fallita la conciliazione con il Comune: "Valutiamo iniziative giuridiche"

  • Referendum del 4 dicembre, oltre 200mila i veneziani chiamati a presentarsi alle urne

  • Vertenza ex Municipalità, tavolo tra Comune e sindacati. "Pronti a dare battaglia"

Torna su
VeneziaToday è in caricamento