Dup, lunga discussione mercoledì a Ca' Farsetti: opposizione insoddisfatta

Più di 20 gli emendamenti presentati mercoledì dai 5 Stelle al documento unico di programmazione della giunta, una quindicina quelli del Partito Democratico

Opposizione insoddisfatta al termine della discussione, mercoledì sera, a Ca'Farsetti. M5S e Partito Democratico hanno presentato decine di emendamenti al Documento Unico di Programmazione della giunta. «Alcuni sono passati, altri no», ha commentato a tarda sera il consigliere pentastellato Davide Scano.

Emendamenti 5 Stelle

Dai rifiuti al Casinò, dai mezzi pubblici alle spiagge, fino agli alberghi, gli immobili e le aree ex Syndial, quelle che dovevano passare con rogito al Comune, essere bonificate ed essere industrialmente ripopolate a spese delle imprese. Numerose le correzioni dei 5 Stelle alla linea strategica dell'amministrazione. Sul traffico acqueo, ad esempio, il Movimento ha proposto di vietare la circolazione in determinati canali a imbarcazioni non compatibili, e di ridurre il numero di natanti in circolazione. Mentre riguardo al turismo è stato manifestata la necessità di diffondere materiale informativo e depliant relativo anche alle località della Terraferma. Maggiore benessere e sicurezza sono stati chiesti per l'utenza dei trasporti pubblici, mentre per gli immobili proposta la «classificazione delle unità edilizie non classificate nel centro storico di Venezia, per identificare gli interventi realizzabili e le destinazioni d’uso possibili».

Emendamenti Partito Democratico

Sicurezza, che deve essere reale e non percepita, welfare, che deve includere anche nuclei monoparentali e non tradizionali, sport inclusivo e turismo basato sulla qualità degli eventi proposti, sono solo alcuni degli argomenti su cui il Pd è intervenuto con i propri emendamenti. Ma c'è anche la sofferenza del commercio al dettaglio in centro a Mestre, la necessità di acquisizione delle ex aree Syndial da parte del Comune, e l'assunzione a tempo indeterminato, e non a termine, di istruttori amministrativi. Vi è poi il capitolo che riguarda i lavori pubblici e le tempistiche di assegnazione dei fondi. In particolare, spiega la capogruppo Pd al Consiglio comunale Monica Sambo, l’investimento per la realizzazione della ciclabile Tessera\Favaro. «La maggioranza ha posticipato l’investimento per la pista - scrive -. Per questo ho presentato un emendamento per anticipare la realizzazione dell’opera al 2019. L’emendamento è stato bocciato dalla maggioranza, che non ha compreso l’importanza dell’opera che serve per mettere in sicurezza un’area delicata. Questo dimostra come questa amministrazione non mantenga le promesse fatte», conclude.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sorpresi con 1,7 chili di cocaina, ne nascondevano 2 di eroina: grossisti in manette

  • Cronaca

    Uccise un uomo davanti alla stazione di Venezia: portato in carcere

  • Cultura

    Festa della Salute, si inaugura oggi il tradizionale ponte votivo

  • Cronaca

    Scarcerato e rimpatriato, prima applicazione del sistema "agevolato" di espulsione

I più letti della settimana

  • Raffica di furti in appartamento: case a soqquadro, ladri in fuga con denaro e ori

  • Investito da un'auto in corsa, muore a 27 anni

  • Morto Federico Scantamburlo: il bimbo di 9 anni stroncato dalla leucemia

  • Controlli Ulss3, chiuso il ristorante Venexian di Mirano: «A breve riapriamo»

  • Felice Maniero su Kings of crime: Saviano intervista i più grandi criminali d'Italia

  • Festa alcolica a Halloween, Night & Day chiuso per 60 giorni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento