Elezioni europee: in provincia di Venezia stravince la Lega, secondo il Pd

Il dato definitivo veneziano vede il partito di Salvini al 45,82%, i democratici al 21,61 e i 5 Stelle all'11,34%. Hanno votato 409mila persone, il 60% degli aventi diritto

La Lega stravince, il Partito Democratico è al secondo posto e i 5 Stelle al terzo. Questo raccontano i risultati delle Europee 2019 al termine degli spogli in provincia di Venezia, con tutte le 821 sezioni scrutinate. Situazione che rispecchia il dato regionale, con il partito di Matteo Salvini che ha preso quasi un voto su due.

I dati veneziani

Elettori: 680.274; votanti: 409.547 (60,20%); schede nulle: 7.337; schede bianche: 2.687; schede contestate: 39 (dato definitivo aggiornato al 27/05/2019, ore 07:13).

VOTI E PERCENTUALI IN PROVINCIA DI VENEZIA

    LEGA SALVINI PREMIER    183.050 voti, 45,82%
    PARTITO DEMOCRATICO    86.318 voti, 21,61%
    MOVIMENTO 5 STELLE    45.307 voti, 11,34%
    FORZA ITALIA    24.232 voti, 6,07%
    FRATELLI D'ITALIA    21.500 voti, 5,38%
    EUROPA VERDE    11.488 voti, 2,88%
    +EUROPA - ITALIA IN COMUNE - PDE ITALIA    11.201 voti, 2,80%
    LA SINISTRA    5.641 voti, 1,41%
    PARTITO COMUNISTA    2.813 voti, 0,70%
    PARTITO ANIMALISTA    2.125 voti, 0,53%
    POPOLO DELLA FAMIGLIA - ALTERNATIVA POPOLARE    2.036 voti, 0,51%
    PARTITO PIRATA    1.014 voti, 0,25%
    CASAPOUND ITALIA - DESTRE UNITE    933 voti, 0,23%
    FORZA NUOVA    565 voti, 0,14%
    POPOLARI PER L'ITALIA    534 voti, 0,13%
    SVP    441 voti, 0,11%
    PPA MOVIMENTO POLITICO PENSIERO AZIONE    286 voti, 0,07%

Progetti Lega

«Milioni di italiani ci hanno attribuito una missione storica - dice Salvini -. Quello della Lega in Italia è un successo incredibile: siamo primo partito anche nel centro e nel sud. Ci metterò ancora più energia, più impegno. Il mio avversario è la sinistra che ha governato male in Italia e in Europa. Domani mattina riprendo in mano il contratto di governo e tutto quello che è rimasto in sospeso, come lo sblocca cantieri. Vedremo di far valere in Europa le ragioni di questo grande paese. Diritto al lavoro, alla vita, alla sicurezza. Qualcuno ha negato i valori cristiani, noi li riaffermiamo. Grazie per la fiducia, la useremo al meglio».

Il commento di Zingaretti

Le europee assegnano anche un “secondo posto" al Partito Democratico, riaffermandone l'esistenza. «Siamo soddisfatti - dichiara il segretario Nicola Zingaretti -. Torna la presenza del Pd in Italia. Il governo esce da queste elezioni ancora più fragile in grande difficoltà. Useremo la forza che ci viene dal risultato per andare avanti su crescita, sviluppo, lavoro e giustizia sociale. C'è una sfida: essere alternativa al partito di Salvini che è immobile e pericoloso. Vogliamo costruire un'alternativa che sia credibile in vista, quando sarà, delle elezioni politiche».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Incidente mortale di Eraclea, il motociclista aveva bevuto

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • Travolto da un'auto, morto un pensionato di 63 anni

  • Sciopero del personale di Trenitalia: ecco quando

Torna su
VeneziaToday è in caricamento