Emeroteca di piazza Ferretto: «Abbandonata come altri edifici, serve riqualificare il centro»

Pellicani: «I bandi per l'assegnazione dell'immobile sono andati deserti. Ho presentato un'interrogazione al sindaco per sapere come intenda procedere»

Foto: piazza Ferretto

I complessi edilizi moderni e completamente ristrutturati di via Ca'Marcello, in zona stazione, non hanno nulla da spartire con immobili come l'emeroteca in piazza Ferretto o altri edifici che, pur trovandosi in centro a Mestre, vertono in stato di abbandono. A sottolinearne la condizione è l'onorevole Nicola Pellicani del Partito Democratico veneziano, che ha presentato un'interrogazione al sindaco chiedendo «come intenda procedere per la riqualificazione di queste strutture, magari comprendendole nell'ambito di un progetto più generale di rigenerazione del centro cittadino».

Il centro 

«Sull'edificio dell'ex emeroteca di piazza Ferretto, dopo il restauro al grezzo terminato nel 2015, molte ipotesi sono state fatte, ma non si è arrivati a nessuna opzione concreta sull'uso dello spazio - scrive Pellicani -. I numerosi bandi per l'assegnazione dell'immobile, da ultimo quello dell'autunno scorso, sono andati deserti, con la conseguenza che l'immobile, situato nella piazza principale di Mestre, proprio accanto al nuovo Museo M9, è in stato di abbandono. Una situazione simile a quella di altri edifici nel centro della città, basta citare come esempio l'ex De Amicis di via Pio X, per i quali si è fermata l'opera di rigenerazione urbana che ha coinvolto negli anni scorsi il centro di Mestre, in particolare le aree comprese tra Riviera XX Settembre, via Poerio, via Brenta Vecchia e Piazzale Donatori di Sangue».

L'interrogazione

«Ho presentato un'interrogazione al sindaco per sapere come intenda procedere, se intenda bandire un'ulteriore gara di affidamento dell'immobile, magari comprendendola nell'ambito di un progetto più generale di rigenerazione del centro cittadino. Ho ripresentato inoltre l'interrogazione sul futuro di piazza Barche, luogo storico della città, ridotta a una rotatoria stradale, recentemente trasferito dal demanio al Comune. Cosa intende fare il Comune? La passata amministrazione aveva aperto un bando per l'assegnazione della porzione oggetto dei lavori. L'attuale amministrazione ha rimodulato il bando interessando alla gara l'intero edificio, con una parte riservata alla ristorazione, un'altra a laboratori e scuola di cucina, con un investimento stimato in circa 1 milione di euro a carico dell'assegnatario, ma il suddetto bando è andato deserto».
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • servono luoghi per la musica. i giovani hanno bisogno di luoghi per suonare, provare e divertirsi. il centro si ripopolerebbe di giovani

Notizie di oggi

  • Attualità

    Carnevale, domenica seconda parte della festa veneziana sull'acqua con la pantegana

  • Attualità

    Carnevale 2019, ecco le 12 Marie scelte a Ca' Vendramin Calergi

  • Incidenti stradali

    Incidente all'alba: morto un 19enne. Ferito un giovane di Scorzè

  • Cronaca

    Investe una bici e non presta soccorso al ciclista: denunciato 74enne per omissione di soccorso

I più letti della settimana

  • Incendio in appartamento a Venezia, morta una donna

  • Soldi addebitati dal conto corrente: boom di segnalazioni per la nuova truffa

  • Cardiologie aperte, visite gratuite negli ospedali veneziani

  • Tre quintali di prodotti ittici sequestrati e sporcizia: sospeso ristorante a Venezia

  • Carnevale, si parte: luci, musica ed effetti speciali in Rio di Cannaregio

  • Ritrovata legata ad un palo la bici rubata di Fausto Coppi: i ladri la riportano a Villa Farsetti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento