Il giudice ha deciso, Francesca Zaccariotto sarà processata per il caso Maritan

Il gup si è espresso venerdì: l'assessore comunale di Venezia è accusata di abuso d'ufficio e falso ideologico per una vicenda risalente a quando era sindaco di San Donà di Piave

C'è il rinvio a giudizio per Francesca Zaccariotto, gli elementi a disposizione del magistrato sono stati ritenuti sufficienti per andare a processo. È quanto stabilito dal giudice al termine dell'udienza preliminare tenutasi venerdì, in cui accusa e difesa hanno messo le "carte sul piatto" in merito alla vicenda in cui è coinvolta l'allora sindaco di San Donà di Piave (oggi assessore del Comune di Venezia nell'amministrazione Brugnaro). L'accusa è di abuso d'ufficio e falso ideologico. La Zaccariotto venerdì era presente in aula.

Secondo l'accusa la Zaccariotto sarebbe implicata in una presunta vicenda avvenuta all'epoca in cui era sindaco: avrebbe indotto E.C., dirigente comunale responsabile del personale, ad assumere Luciano Maritan, pregiudicato. Quest'ultimo sarebbe stato preferito ad altri 31 candidati che lo precedevano nella graduatoria, omettendo poi di renderla pubblica. Il pregiudicato avrebbe quindi guadagnato 5mila euro in tre mesi per svolgere la funzione di guardaparco a San Donà.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli altri due imputati hanno chiesto di essere giudicati subito con rito abbreviato per gli stessi reati e sono stati assolti dal giudice Barbara Lancieri. Tutti e tre erano stati inizialmente prosciolti, ma la Corte di Cassazione, sulla base del ricorso presentato dal pubblico ministero Carlotta Franceschetti, aveva invece sostenuto che i tre andavano processati perché doveva essere il dibattimento a stabilire se le prove raccolte dalla Procura fossero sufficienti a emettere una sentenza di condanna o meno. "Chi avrebbe messo in atto la procedura irregolare del concorso e chi avrebbe beneficiato del concorso stesso sono stati assolti - commenta l'avvocato di Francesca Zaccariotto, Fabio Pinelli - quindi l'assoluta innocenza della dottorezza Zaccariotto emergerà in dibattimento". Di certo la linea dell'accusa appare indebolita dopo l'udienza di venerdì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento