Incendio al Teatro La Fenice, i 5 Stelle chiedono al sindaco di rispondere sul fatto

L'interpellanza: «È assurdo che il primo cittadino Luigi Brugnaro eviti di esprimersi su quello che è successo»

Il M5S veneziano chiede al sindaco risposte sull'incendio accaduto il primo ottobre al Teatro La Fenice, depositando un'interpellanza. «È assurdo - scrive Sara Visman del Movimento - che il primo cittadino Luigi Brugnaro eviti di esprimersi su quello che è successo. Abbiamo una responsabilità anche verso tutte quelle persone che, con le loro donazioni, ci hanno aiutato a ricostruire quello straordinario scrigno di storia e cultura rappresentato dal Teatro La Fenice. Questo silenzio ci lascia allibiti. Il sindaco venga a relazionare in Commissione il prima possibile».

Il fatto

Il Comune di Venezia è uno dei soci fondatori della Fondazione Teatro la Fenice, e il sindaco è membro in qualità di presidente. La mattina del primo ottobre alle 9, nel locale adibito all’alimentazione generale, dove sono presenti i gruppi di continuità, c'è stato un principio di incendio. Un passante che transitava nell'adiacente calle, notato il denso fumo che usciva dalle finestre del succitato locale, ha dato l’allarme. Considerato che il locale è accessibile tramite il riconoscimento elettronico di una tessera (badge) nella disponibilità di un ristretto numero di persone, tra queste gli addetti alla sicurezza i quali non si sono accorti di nulla, e che non risulta sia entrato in funzione alcun allarme, si chiede al sindaco se ritenga di intervenire in qualità di presidente dell'Ente per ricercare le responsabilità, anche politiche».

Incendio

«L’incendio è uno dei fattori di rischio più rilevante in edifici di questa natura, se si fosse scatenato nelle ore precedenti, notturne o durante uno spettacolo, le conseguenze avrebbero potuto essere ben più gravi. Un eventuale incidente per negligenza - scrive ancora Visman - se fosse appurato, apparirebbe inaccettabile agli occhi del mondo. Per questo si chiede al sindaco di relazionare su quello che è accaduto».

Richieste

Il M5S chiede inoltre di chiarire se: «esistano dei quaderni che attestino le scadenze delle revisioni e/o manutenzioni del locale adibito a centrale elettrica, se prima dell'accaduto siano state rilevate criticità, e se all'interno del locale vi sia un ausilio video per monitorare lo stato della centrale elettrica. Il nostro gruppo ha chiesto più volte - concludono i 5 Stelle - di audire in Commissione i rappresentanti della Fondazione, una richiesta fatta alla presidente della Commissione e mai soddisfatta».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Nonnismo, la denuncia dell'allieva Giulia contro la scuola di volo di Latina

  • Cronaca

    Sgomberati abusivi da alloggio Ater: dentro bombola attaccata al forno per riscaldarsi

  • Attualità

    Sciopero nazionale, i dipendenti Actv incrociano le braccia

  • Mestre

    Eroina nel quartiere Pertini, due arresti e un etto di droga sequestrato

I più letti della settimana

  • Tragedia a Spinea: si toglie la vita lanciandosi nel vuoto

  • Scossa di terremoto poco dopo la mezzanotte avvertita nel Veneziano

  • È morta Sissy Trovato Mazza: «Chi l'amava non ha mai creduto al suicidio»

  • A fuoco ristorante pizzeria: locale distrutto dalle fiamme

  • Bambina di undici anni rapinata in via Cappuccina

  • Mira, l'addio al giovane Henry

Torna su
VeneziaToday è in caricamento