Utilizzo degli spazi acquei nei canali interni: "La gestione non può diventare un fai da te"

Il Movimento 5 Stelle chiede al sindaco di riferire su concessioni e costruzione di pontili, fissi e galleggianti in laguna, adeguando, dove necessario, il regolamento comunale

"La confusione la sta facendo da padrona, generando conflitti tra i cittadini". Ad affermarlo è il M5S di Venezia, che chiede al sindaco, Luigi Brugnaro, o a chi per esso, di riferire sulle regole e sull'opportunità, ove risulti necessario, di adeguare il regolamento comunale sull’uso dei canali interni e delle concessioni di spazio acqueo. "Tutto perché l’uso dei canali non debba diventare un continuo fai da te", afferma il Movimento.

Imbarcazioni e pontili

"Gli spazi acquei dei canali interni alle isole sono gestiti dall’amministrazione, attraverso appositi regolamenti comunali, che prevedono concessioni di spazi acquei per unità di diporto e pontili di ormeggio provvisori o permanenti. Il proliferare di attività ricettive e commerciali ha portato al moltiplicarsi di richieste di concessioni degli spazi", scrive Sara Visman, del Movimento 5 Stelle di Venezia. Queste vengono rilasciate a seguito di istruttoria sul tipo di natante o imbarcazione, come del resto il rilascio della targa per la circolazione in laguna dipende dal Servizio Sistemi Territoriali, Gestione Targhe natanti Laguna di Venezia, della Città Metropolitana di Venezia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Utilizzo e chiarezza

La concessione avviene previa presentazione e esaminazione della documentazione, comprese le foto, attestanti il tipo di imbarcazione, le misure e il motore in dotazione. "Riteniamo non ci si possa piegare allo sfruttamento tout court e al fai da te - scrive Visman -, per questo chiediamo al sindaco, Luigi Brugnaro, di riferire urgentemente in commissione circa gli avvenimenti di questo ultimo periodo, che vedono coinvolte le concessioni di spazio acqueo e la costruzione di pontili, fissi e galleggianti nei canali, per chiarire se un pontile possa essere considerato unità da diporto, e per dire cosa si intenda concedere negli spazi acquei all’interno dei canali di Venezia, e isole, di competenza del Comune".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

  • Casa del sesso in centro a Mestre: arrestata una donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento