"Municipalità senza deleghe, un atto politico grave"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

"Qualche giorno fa sono pervenute ai consiglieri di Municipalità le proposte di deliberazione per i consueti pareri riguardo le modifiche al regolamento comunale per il decentramento, scuola, welfare, sport, plateatici e patrocini alle associazioni.

Con queste delibere di fatto vengono tolte tutte le deleghe in capo alle Municipalità centralizzandole tutte in capo alla Giunta esautorando persino il Consiglio Comunale, quasi a voler porre tutte le decisioni ad un solo organo per poter avere tutta la situazione sotto controllo.

Personalmente sono completamente d’accordo che, in questo periodo caratterizzato da ristrettezze economiche, in qualche settore si debba limare la spesa ma non lo si deve fare a discapito del buon andamento dell’Amministrazione cambiando le regole in corso d’opera.

Il cambio delle regole a consiliatura avviata da più di sette mesi rappresenta come primo elemento una netta diminuzione della democrazia, infatti noi consiglieri di Municipalità come il Sindaco e Consiglio comunale siamo eletti con le stesse modalità e sullo stesso principio democratico. A supporto di questo infatti nel corso di questi primi mesi di amministrazione la Municipalità e il proprio consiglio non sono mai stati coinvolti nel processo di revisione delle competenze per il decentramento.

La gravità della situazione è è tale per cui si vanno ad eliminare i servizi di prossimità dei cittadini, forse allungando anche gli iter amministrativi.

Sono, personalmente, molto critico su questa operazione perché mi fa pensare ad una chiara volontà di tagliare fuori dal dibattito politico e amministrativo le Municipalità per assicurare alla Giunta sempre più maggiore controllo.

La cosa certa è che per quanto mi riguarda continuerò comunque a rappresentare le istanze dei cittadini che mi hanno votato con maggiore convinzione e determinazione nell’interesse della collettività.

Dott. Gabriele Fumai

Consigliere Municipalità di Mestre-Carpenedo

Vice-Presidente I commissione consiliare (welfare, sicurezza, sanità, politiche giovanili e politiche di genere)."

Torna su
VeneziaToday è in caricamento