"Referendum. Paolo Capone, leader Ugl: 'Sì a regioni più virtuose e competitive'"

È un segno chiaro di un sistema Paese che deve essere rivisto, per ridare dignità ai singoli territori, partendo appunto dalle regioni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo: ""5 milioni di persone si sono espresse a favore di questo concetto: meno tasse, più agevolazioni fiscali, un iter burocratico snello ed efficiente, è questo il cambiamento che il Governo deve prendere in considerazione.” – Ha commentato Paolo Capone, Segretario Generale UGL, in merito ai due referendum consultivi in Veneto e Lombardia per ottenere la concessione di una maggiore autonomia dallo Stato, guardando al modello delle 5 regioni a statuto speciale (Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Sicilia, Trentino-Alto Adige e Valle d'Aosta). – “È un segno chiaro di un sistema Paese che deve essere rivisto, per ridare dignità ai singoli territori, partendo appunto dalle regioni. Il Governo deve prendere atto che siamo arrivati ad un punto di svolta, per cui non si può ignorare quello che sta accadendo, ovvero rendere i territori più virtuosi e competitivi a favore di un'Italia rivolta al futuro"."

Torna su
VeneziaToday è in caricamento