Il primo cittadino di Dolo Gottardo: "Sindaci della Riviera, uniamoci"

"Sediamoci a un tavolo e iniziamo anche a noi a fare sintesi del nostro territorio". L'invito ai colleghi arriva dal primo cittadino dolese, in un periodo in cui si parla di "città metropolitane"

"E’ il momento di rilanciare la “Città della Riviera del Brenta, sediamoci intorno a un tavolo e iniziamo anche a noi a fare sintesi del nostro territorio”. L'invito ai colleghi sindaci della Riviera del Brenta arriva dal primo cittadino Maddalena Gottardo. Il sindaco di Dolo entra così nel dibattito apertosi durante le scorse settimane sul progetto ‘Città Metropolitana di Venezia’, che vede Giorgio Orsoni, sindaco lagunare, nella veste di suo coordinatore.


Il territorio della Riviera del Brenta è un unicum di tradizioni e peculiarità a mio avviso incompatibili con la storia, l’economia, la composizione sociale di Venezia – Città. Difficile pensare che vi possa essere condivisione tra realtà così diverse’, continua Gottardo. “Ecco perché questo è il momento per allargare le porte al disegno di una sola “Città della Riviera del Brenta””. Non a caso con il presidente Andrea Martellato, sindaco di Fiesso d’Artico, continuiamo tenacemente a lavorare su un allargamento, il più possibile esteso, dei confini  dell’Unione dei Comuni “Città della Riviera del Brenta”, nucleo prezioso dal quale ben si potrebbe partire per una nuova progettualità di rete.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Fogli di via e perquisizioni: un pullman di no global veneziani in questura a Roma

    • Mestre

      "In 10 contro 1": lo accerchiano e gli spruzzano lo spray al peperoncino. Poi lo rapinano

    • Cronaca

      Liti violente per gelosia o ricatti a Mestre: due uomini aggrediti dalle "loro" donne

    • Cronaca

      Rubano 40 carte d'identità in bianco, poi tutto a soqquadro. Ma lasciano le impronte

    I più letti della settimana

    • Ex precari senza lavoro e senza indennità: "Il Comune istituisca un fondo di rotazione"

    • "Serve un nuovo centrosinistra esterno al Pd", Mognato lascia il Partito Democratico

      Torna su
      VeneziaToday è in caricamento