mercoledì, 24 settembre 12℃

Ca' Roman, stop alla costruzione delle villette al posto dell'ex convento

La Direzione ambiente del Comune ha scritto al settore Urbanistica chiedendo di bloccare l'iter della delibera. Il ministero dell'Ambiente infatti impone una valutazione d'impatto ambientale

La redazione 21 agosto 2012

Stop. Altrimenti si rischia un conflitto tra assessorati, precisamente tra quello dell'Ambiente e quello dell'Urbanistica. Il ministero dell'Ambiente ha deciso di bloccare l'iter della delibera sul progetto di riqualificazione di Ca' Roman, che prevede la costruzione di 84 villette nel bosco per 24mila metri quadrati di cemento in una delle aree di ripopolazione animale più pregiate d'Europa, al Lido di Venezia.

 

Annuncio promozionale

Gli edifici sorgerebbero al posto dell'ex convento delle suore canossiane. Tutto ciò per la necessità di attendere, grazie alle ultime leggi entrate in vigore, il Vas regionale, la valutazione d'impatto ambientale. La Direzione ambiente di Ca' Farsetti ha scritto ieri una lettera all’Urbanistica del Comune e della Regione. La richiesta di stop arriva anche "ai fini di autotutela".

In ogni caso la delibera con cui si approvava il progetto abitativo era già passata al vaglio del Consiglio, che aveva fornito il suo parere favorevole. Ma la decisione del ministero dell'Ambiente, e dell'assessore competente di Venezia Gianfranco Bettin, è di impugnare davanti alla Corte costituzionale la norma della Regione Veneto che di fatto esclude l'obbligo di Valutazione di impatto ambientale per operazioni di questo tipo.

Lido
Ca' Roman
Lido
Pellestrina
urbanistica

Commenti