Zaccariotto "anti-irregolari": "Venezia in mano ai clandestini e agli abusivi"

La presidente della Provincia offre al Comune la collaborazione del corpo di polizia provinciale, impegnati già nei litorali: "Una situazione di degrado diventata intollerabile e inaccettabile"

Per la presidente della Provincia di Venezia Francesca Zaccariotto "lo spettacolo di Venezia in questi giorni non è certo dei migliori per la negativa immagine di questi giorni del capoluogo in mano ai clandestini e venditori abusivi che spaventano e taglieggiano i turisti".

Zaccariotto non risparmia accuse agli abusivi che "vendono impuniti merce contraffatta nelle calli e sui ponti, una situazione di degrado divenuta intollerabile e inaccettabile. Come possiamo permettere che questi spiacevoli fatti accadano proprio a Venezia, che ogni anno attrae milioni di turisti?. Come si fa a parlare di una provincia veneziana, culla del turismo, prima nel Veneto e in Italia per qualità dei servizi e dell'accoglienza, quando il turista che arriva a Venezia in piazzale Roma o nella stazione ferroviaria assiste a questo degrado?".

La proposta è quella di utilizzare gli agenti della polizia provinciale per combattere il fenomeno: "Desidero ricordare - conclude la titolare di Ca' Corner - la nostra proposta di un paio di anni fa, con la disponibilità dei nostri agenti del corpo di polizia provinciale per fermare questo dilagante fenomeno che ha invaso la città. I nostri agenti sono già operativi sulle spiagge del litorale a fianco delle forze della polizia locale, per contrastare il commercio abusivo, e i risultati sono stati finora davvero positivi. Ci sono arrivati elogi e ringraziamenti  dai turisti e dagli albergatori, e richieste di ulteriori supporti. Siamo pronti a collaborare, a lavorare in squadra, con il comune capoluogo perche il modello dell’”unione fa la forza” in questo caso funziona".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • La cosa più angosciante è la risposta del nostro Sindaco Orsoni che di fatto ne minimizza la questione, quasi non ci fosse da preoccuparsi più di tanto. E' invece incredibile per non dire di peggio, la degradante incuria e arrendevolezza delle Istituzioni italiane che in quest'ultimo ventennio hanno stravolto la Capoluogo trasformandola in un vero e proprio Suck in mano ad una marea di malavitosi (ambulanti abusivi, guide abusive, taxi abusivi, facchini abusivi, intromettitori abusivi, scatolettisti, borseggiatori (anche mini), questuanti queste vere organizzazioni delinquenziali autorizzate, strimpellatori a tutte le ore), tutte attività importate dal TURISMO DI MASSA, unica causa della distruzione fisica della Città compresa la millenaria Civiltà Anfibia. Vogliamo anche ricordare l'indecente situazione del Tronchetto e dei cinquant'anni di bla bla bla sulla necessità di insediare un presidio dei Carabinieri e che a tutt'oggi non se ne vede l'ombra. Avanti così, care Istituzioni, tenete alto il prestigio e ipocrisia, tutte italiote.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Terremoto sui dipendenti Mantovani dopo la cassa integrazione: "Piano da 170 esuberi"

  • Cronaca

    Scoppia la lite in pieno centro: spray urticante negli occhi della rivale, in 2 all'ospedale

  • Cronaca

    Dopo la regina, il circo perde anche il suo re: è morto a San Donà il marito di Moira Orfei

  • Incidenti stradali

    Tampona e manda all'ospedale due centauri, caccia al pirata al volante di un'Alfa Mito

I più letti della settimana

  • Il giudice ha deciso, Francesca Zaccariotto sarà processata per il caso Maritan

  • Francesca Zaccariotto rinviata a giudizio: "Sono amareggiata, per me è un calvario"

  • Borletti Buitoni sul turismo imperante: "Di sicuro verranno inseriti limiti a Venezia"

  • Sgravi fiscali a Venezia e Chioggia, Zanda incontra le associazioni di categoria

Torna su
VeneziaToday è in caricamento