A Ca' Foscari si guarda all'Africa: nuovo corso in lingua e cultura dell'Etiopia

L’iniziativa, nell’ambito dei 150 anni dalla fondazione dell’Ateneo, aggiunge una nuova lingua a quelle già insegnate

In occasione dei 150 anni dalla sua fondazione, l'Università Ca’ Foscari Venezia aggiunge una lingua ulteriore alle numerose già insegnate confermando l’eccellenza nell’ambito linguistico che fa ormai parte della tradizione dell’ateneo con 40 lingue e culture insegnate. A partire dall'anno accademico 2018/19, infatti, l'ateneo offre a tutti gli studenti delle lauree triennali un insegnamento di introduzione alla lingua e alla cultura dell'Etiopia: "Introduction to Amharic and Ethiopian culture".

L'amarico

L’insegnamento, incardinato presso il dipartimento di Studi sull’Asia e l’Africa Mediterranea, verrà attivato nel secondo semestre con il docente Mellese Gelaneh Alemu, proveniente dalla Bahir Dar University. I contenuti del corso includeranno una rassegna delle lingue e culture in Etiopia, considerazioni culturali, la scrittura etiope e elementi di base dell'amarico.

Paese in maggior sviluppo

Oggi l’Etiopia è uno dei paesi in maggior sviluppo dell’Africa e costituisce uno dei principali centri politici ed economici del continente, con una popolazione che ormai raggiunge i 100 milioni. La lingua ufficiale dell’Etiopia, l’amarico, appartiene al gruppo semitico ed è quindi di particolare interesse per gli studenti di arabo ed ebraico. Il corso, che si svolgerà in inglese, è tuttavia rivolto a tutti gli studenti che vogliano avvicinarsi alle dinamiche storiche e culturali del continente africano, così importanti nello scenario internazionale del nostro tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale drammatico a Noventa di Piave: morti tre ragazzi

  • Poca neve a Venezia, poi la pioggia

  • Scontro a Stigliano di Santa Maria di Sala, morta una ragazza

  • Contro un albero e giù nel fosso: muore un 43enne

  • Violento scontro fra furgone e trebbiatrice sulla Triestina

  • Infermiere preso a calci e pugni da un paziente: si dovrà operare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento