Al Valpolicella debutto a podio per Longhin

Il pilota di Cavarzere, all'esordio sulla Renault Clio Williams gruppo A griffata New Star 3, chiude con un positivo terzo posto di classe A7, assieme al rodigino Barison.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

"Buona la prima, come si suol dire, per Luca Longhin che rientra dalla seconda edizione del Rally della Valpolicella, corsosi nel recente fine settimana, dopo essere salito sul gradino più basso del podio, tra le duemila preparate. Una la principale incognita alla vigilia per il pilota di Cavarzere, la nuova vettura, ovvero l'intramontabile Renault Clio Williams gruppo A, recentemente rilevata, iscritta per i colori di New Star 3 e seguita sul campo dal team Top Rally.

In un Valpolicella reso insidioso dalle mutevoli condizioni meteo Longhin, affiancato dal polesano Michele Barison alle note, si è ben comportato, rendendosi autore di una gara accorta e prudente, nonostante alcuni intoppi lungo il percorso, che, complice qualche sfortuna altrui, gli è valsa la terza posizione tra le vetture di classe A7. Obiettivo primario centrato per il portacolori, nell'occasione, della scuderia scaligera, il quale ha saputo sfruttare questa prima uscita per prendere le misure alla francesina da rally.

“Siamo molto soddisfatti della nostra nuova Clio” – racconta Longhin – “perchè, avendola appena acquistata, era importante percorrere dei chilometri per iniziare a prendere le misure. Dopo tanti anni alla guida della Peugeot 106 sono ripartito quasi da zero. Lei è una vettura davvero molto performante e, sicuramente, ci vorrà del tempo prima di poterla sfruttare al mio massimo. Con Michele l'affiatamento è stato subito ottimale e la sua esperienza si è rivelata molto utile nei frangenti più delicati della gara. Tutto sommato direi che il bilancio è positivo.”

Un avvio cauto sulla speciale spettacolo del Venerdì sera, la corta “VRC”, si protraeva anche per i primi due impegni del giorno seguente, la “Sant'Anna d'Alfaedo” e la “Santa Cristina”, prima che, in vista del giro di boa, sulla Renault Clio Williams gruppo A cedesse l'idroguida. “Siamo partiti molto abbottonati” – sottolinea Longhin – “ed era nei nostri piani della vigilia. Sulle prime due del Sabato eravamo abbastanza incerti ma andava bene così. Sulla terza l'idroguida ci ha abbandonato ed abbiamo fatto parecchio fatica ad uscire dalla speciale. Fortunatamente, subito dopo, avevamo il parco assistenza e, grazie allo splendido lavoro dei ragazzi di Top Rally, siamo riusciti a ripartire. Non ci han fatto pagare nemmeno un minuto di ritardo al controllo orario di uscita. Davvero bravissimi. Grazie di cuore per il lavoro svolto.”

Con il secondo giro di prove da disputare ed una classifica, sostanzialmente, congelata Longhin proseguiva il proprio apprendistato sulla trazione anteriore transalpina e, nonostante un'altra noia tecnica sulla penultima speciale, difendeva la terza piazza dal rientro della concorrenza. “Grazie a tutti” – conclude Longhin – “a New Star 3, a Top Rally, a tutti i partners che hanno reso possibile questa nuova avventura. Grazie anche ai tanti amici che ci hanno sostenuto.”

Torna su
VeneziaToday è in caricamento