Non solo fioretto: Bebe Vio si cimenterà anche nella sciabola ai mondiali coreani

Due tornei individuali, più quello di squadra nel fioretto. La Vio punta ad ottenere successi anche in una specialità che ha cominciato ad assaporare da poco

Scattano domani, nella notte italiana, i campionati del mondo di scherma paralimpica a Cheongju. Nella città sudcoreana la delegazione italiana è pronta per affrontare la rassegna iridata che ha in palio non solo i titoli mondiali ma anche i punti pesanti nel percorso di qualificazione ai giochi Paralimpici di Tokyo 2020. Proprio nel giorno della vigilia, è giunta l'ufficializzazione di una novità in casa Italia. La squadra azzurra si arricchisce infatti di una sciabolatrice: Bebe Vio, campionessa di paralimpica a Rio 2016 e plurititolata nel fioretto femminile, categoria B, sarà tra le protagoniste della gara di sciabola femminile, sempre nella categoria B, e potrà rappresentare una freccia nella faretra del commissario tecnico della nazionale di sciabola paralimpica, Marco Ciari.

Mercoledì l'esordio

Bebe, che da tempo ha iniziato a testare prima e a provare poi in pedana le sue abilità nell'arma di taglio e controtaglio, ha chiesto ai commissari tecnici e alla federazione di potersi cimentare in entrambe le armi. Con responso positivo. La giovane atleta esordirà quindi mercoledì 18 settembre nella gara di sciabola femminile, mentre il giorno successivo sarà impegnata nella gara individuale di fioretto femminile.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Violenta collisione in serata, perde la vita un 53enne di San Stino

  • Barca finisce in secca, volo dell'elicottero per recuperare quattro persone

Torna su
VeneziaToday è in caricamento