Una magia di Daye porta la Reyer in semifinale: battuta la Virtus a tre secondi dalla fine VIDEO

Spettacolare reazione degli orogranata che azzeccano il passaggio del turno 81-82 dopo il record di sette ko al primo turno. E ora testa a Milano

Clamorosa Umana Reyer! Al termine di una partita emozionante, con una grandissima prova di squadra gli orogranata eliminano la grande favorita delle Final Eight, la Segafredo Virtus Bologna capolista incontrastata in campionato, sfatando anche, con l’81-82 al supplementare, la tradizione fin qui storicamente negativa in Coppa Italia. E adesso, sabato, la sfida di semifinale con Milano.

Primo tempo

Non vanno a referto Udanoh, Goudelock e Pellegrino e partono in quintetto De Nicolao, Tonut, Chappell, Mazzola e Watt. L’approccio orogranata è perfetto, su entrambi i lati del campo: 0-8 in 1’30” con la tripla di Chappell, un libero di De Nicolao e due canestri di Tonut. Il time out bolognese non interrompe l’inerzia, perché Watt stoppa per la seconda volta Ricci e De Nicolao continua il 100% di squadra dal campo con la tripla dello 0-11 al 2’30”. Weems sblocca la Virtus dopo oltre 3′ di gioco, ma l’Umana Reyer è avanti 4-16 a metà periodo con la tripla di Mazzola. Watt spende il secondo fallo e consuma il bonus di squadra e il pressing bolognese mette in leggera difficoltà gli orogranata (6-16 al 5’30”), che tornano a segnare dopo 2′ con un potenziale gioco da tre punti di Chappell che diventa da quattro dopo il rimbalzo offensivo di Vidmar convertito nel 6-20 al 7′. Nel finale di periodo, l’Umana Reyer mette un solo libero, con Daye, così il punteggio dopo 10′ è 11-21. Il parziale della Segafredo arriva a 9-1 per il 15-21 all’11’, poi torna in campo Tonut, con due canestri per il 17-25 al 12’30”. Nella Virtus è il momento di Weems, che mette la prima tripla bolognese al sesto tentativo (20-25 al 13′). Coach De Raffaele è costretto al time out dopo la schiacciata di Hunter del 22-25 al 13’30” e l’Umana Reyer si ripresenta con la tripla di De Nicolao (22-28 al 14′), seguita però dal terzo fallo di Watt. Il canestro di Daye dopo rimbalzo offensivo ridà agli orogranata tre possessi di vantaggio (25-32) al 16′, anche se l’Umana Reyer perde troppi palloni, arrivando alla decima già al 17’30”. A respingere l’ulteriore tentativo di rientro bolognese sono Chappell (29-34 al 18’30”) e poi Tonut, con la tripla costruita con grande pazienza dalla squadra che, a -17” determina il risultato all’intervallo lungo: 32-37.

Secondo tempo

Si riparte con lo stesso quintetto di inizio partita, ma Mazzola da “5” e Watt da “4”. Gamble riavvicina Bologna a -1 (36-37) al 31’30”, con la risposta di Tonut da 3. Anche la Segafredo si accende però dall’arco e impatta a quota 42 al 22’30” e poi trova il primo vantaggio della partita al 23’30” (44-42) con il contropiede 3 contro 0 di Weems. L’Umana Reyer rientra bene dal time out di coach De Raffaele impattando con Vidmar e arrivando a metà periodo avanti 44-47 con la tripla di Daye. Le squadre si bloccano in attacco, con anche qualche fischio dubbio (come il secondo fallo di Vidmar e il terzo di Chappell, commutato in antisportivo con l’instant replay). Un libero di Marble torna a muovere il punteggio al 28′ (45-47), ma gli orogranata continuano a difendere con grande intensità e, da un bel recupero, tornano a segnare con Daye (45-49 al 28’30”). Nel finale di quarto, 2/2 dalla lunetta di Teodosic e 1/2 per Vidmar dopo l’undicesimo rimbalzo personale (terzo offensivo) per il 47-50 all’ultima pausa. Si rivedono in campo Cerella e Tonut e la difesa orogranata riparte da un bel recupero, poi torna sul parquet anche un Watt ancora a secco. Le difese continuano a prevalere sugli attacchi, così il primo canestro del quarto è il 49-50 di Gamble al 32′. Watt finalmente si sblocca, al 32’30”, (49-52), poi Tonut recupera palla e costringe la panchina bolognese al time out al 33′ sul 49-54. E’ invece time out dell’Umana Reyer al 34′ dopo il sorpasso Virtus sul 55-54 con le triple di Teodosic e Markovic. I contatti si fanno durissimi, Daye e Ricci si rispondono da 3 per il 58-57 a metà quarto, seguito da un’altra tripla, di Stone (58-60) e il bonus speso al 36′ da Bologna, che impatta al 36’30” e passa avanti sempre con Ricci (62-60) al 37′. Chappell inventa una tripla centrale da 8 metri, poi stoppa Teodosic, che a sua volta spende fallo su Vidmar. Il 2/2 dalla lunetta del centro sloveno vale il 62-65 al 38’30”, Markovic impatta subito da 3, ma Bramos mette dall’angolo la tripla del 65-68 al 39′. Chappell, a -48”, spende fallo su Teodosic che però sbaglia il primo dei tre liberi e fa così solo 67-68. A -40”, l’instant replay inverte la rimessa, concedendo palla a Bologna, ma Vidmar si fa perdonare la persa, costringendo all’errore Hunter, che poi spende fallo su Daye a -28”, anche se poi arriva uno 0/2 dalla lunetta. A -19”, una stoppata probabilmente pulita di Daye su Teodosic viene considerata fallosa, ma va a segno solo il primo libero (68-68) con rimbalzo offensivo di Hunter e linea laterale pestata da Teodosic sull’ottima difesa orogranata. A -7”, così, coach De Raffaele chiama time out, per disegnare l’attacco. De Nicolao porta a casa il fallo di Hunter a -4”, ma fa 0/2 (5/13 di squadra) ed è overtime. 

Overtime

Si riparte con il fallo in attacco di Teodosic. Watt sbaglia, ma recupera il rimbalzo e subisce fallo da Ricci: 2/2 e 68-70 al 40’30”. Weems impatta, poi il botta e risposta Bramos-Markovic da 3 (73-73 al 41’30”). Bologna avanti con Hunter (75-73) al 42′, Daye pareggia (con ripetizione) dalla lunetta (75-75 al 42’30”), poi si deve arrivare al 43’30” per il fallo di Markovic su Bramos dall’arco: 3/3 e 75-78. Markovic che, subito dopo, subisce contatto da Tonut e l’instant replay assegna soli due liberi: 1/2 e 76-78, così Chappell può fare +4 a -1’08” (76-80). Dopo il time out bolognese, Markovic mette la tripla del 79-80 allo scoccare del 39′. Sbaglia Daye, Tonut ferma fallosamente Hunter a -25” e, dalla lunetta, arriva l’81-80 con time out stavolta orogranata. Coach De Raffaele sceglie un solo tiro, Daye inventa il canestro dell’81-82 a -3” e la tripla di Markovic da metà campo colpisce solo tabellone e ferro prima di uscire.

Parziali: 11-21; 32-37; 47-50; 68-68

Segafredo: Deri ne, Marble 1, Pajola 2, Baldi Rossi 2, Markovic 18, Ricci 12, Cournooh, Hunter 6, Weems 15, Nikolic ne, Teodosic 15, Gamble 10. All. Djordjevic.
Umana Reyer: Casarin ne, Stone 3, Bramos 9, Tonut 16, Daye 15, De Nicolao 11, Filloy, Vidmar 7, Chappell 14, Mazzola 3, Cerella, Watt 4. All. De Raffaele.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

https://www.youtube.com/watch?time_continue=5&v=F5njs_S7MdE&feature=emb_logo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento