Venezia: nella festa dei lavoratori, minimo sindacale e pareggio contro il Cosenza

Gli arancioneroverdi in trasferta e su un campo difficile riescono a portare a casa un punto ma le dirette concorrenti vincono: salvezza sempre più difficile

Arancioneroverdi in una foto di repertorio (foto:facebook)

Su un campo insidioso e in trasferta, il Venezia si accontenta di un punto sperando in una salvezza che, sempre più evidente, avrebbe del miracoloso.

La gara

Il primo tempo, piuttosto scialbo, resta bloccato per buona parte fino a quando, ad eccezione di qualche sporadico tentativo arancioneroverde, ancora lacunosi in avanti, ad infiammare il pubblico ci pensa Tutino che su lancio di Palmiro trova il tempo di smarcarsi, coordinarsi e infilare Vicario in rovesciata. Una prodezza che vale da sola il prezzo del biglietto. Con il Venezia sotto di una rete, e con Bruccini che sfiora il raddoppio a pochi secondi dalla fine della prima frazione, si comincia il secondo tempo. Dopo una manciata di minuti esce Pinato per infortunio. Gli uomini di Serse Cosmi tentano disperatamente di affacciarsi in avanti e al 10' trovano l'insperato pareggio: lancio dalla trequarti, nella mischia appoggio di testa per Bocalon che non sbaglia. A questo punto succede l'impensabile: le due squadre si bloccano e danno vita a un fraseggio infinito che difficilmente va oltre la metà campo. Il Cosenza, a parte una punizione insidiosa si Bruccini, si accontenta (è già aritmeticamente salva), il Venezia appare bloccato dalla paura e incapace di tentare la vittoria. Le dirette concorrenti alla salvezza nel frattempo vincono: i lagunari, invece, si trascinano e si accontentano del punto dando la sensazione di attendere, molli, gli eventi. Il prossimo match con il Pescara appare già come l'ultima spiaggia.

COSENZA-VENEZIA 1-1

Marcatori: 44′ pt Tutino, 10′ st Bocalon

COSENZA (3-5-2): Perina; Idda (32′ st Schetino), Capela, Legittimo; Bittante (32′ st Baez), Bruccini,  Palmiero, Sciaudone, D’Orazio; Tutino, Embalo (25′ st Maniero). A disposizione: Sarocco, Quintiero, Hristov, Mungo, Garritano, Trovato, Litteri. All.: Braglia.

VENEZIA (3-5-1-1): Vicario; Coppolaro, Modolo, Domizzi (32′ st Fornasier); Zampano, Segre, Schiavone, Pinato (8’st Vrioni), Mazan; Zennaro (1′ st St Clair); Bocalon. A disposizione: Facchin, Lezzerini, Cernuto, Garofalo, Besea, Soldati, Rossi, Zigoni. All.: Cosmi.

Arbitro: Daniele Minelli della Sezione di Varese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento