Non si ripete l'impresa: Vanoli Cremona rimonta l'Umana Reyer e si porta sull'1-1

La squadra cremonese ha vinto gara 2 con uno scarto di 10 punti: 77 a 67. Gli orogranata ora si presenteranno così al Taliercio in parità nella serie.

L'Umana Reyer questa volta c'ha provato ma l'impresa è stata compiuta da Cremona. Dopo la grande vittoria in gara 1 infatti, la squadra veneziana ha dovuto subitre la rimonta della Vanoli e si presenterà in gara tre al taliercio con il punteggio di 1-1.

Entrambe le squadre in avvio sono molto precise al tiro, con Cremona che è la prima a tentare l’allungo: 9-4 al 3′ con la tripla di Turner, anche se arriva pronta la risposta, sempre dall’arco, di Tonut, il più ispirato offensivamente dei veneziani. La difesa dell’Umana Reyer alza l’intensità e i padroni di casa, dopo il 13-13 del 5’30”, non trovano più la via del canestro: ne esce un parziale di 8-0 per gli orogranata, anche grazie alle due triple di Bramos e Ress (4/4 nel tiro pesante per l’Umana Reyer dopo i primi 10′) che costringe Pancotto a chiamare time out. E, con la tripla, ancora allo scadere dei 24”, messa a segno al 9′ da Green (che poi non sfrutta il tiro libero per il tecnico alla panchina cremonese) è massimo vantaggio sul 15-24.

Il secondo periodo si apre con molta confusione su entrambi i fronti. Il primo canestro, dopo 2′, lo mette a segno Ortner, poi è Jackson, al 14′, a dare per la prima volta la doppia cifra di vantaggio all’Umana Reyer (20-30). De Raffaele prova la mossa del quintetto piccolo (dentro Pargo per Ejim), ma, dopo il canestro del +11 (21-32) proprio di Pargo al 15′, la soluzione non paga, visto che l’attacco non riesce ad essere sufficientemente dinamico e la difesa paga alcuni mismatch. È Dragovic, in questo frangente, il protagonista dell’8-0 Vanoli che dà il 29-32 al 18′. A ristabililre le distanze, nel finale, è un gioco da tre punti di Ejim, con Ortner che sigilla il punteggio sul 29-35 all’intervallo lungo con una grande stoppata su Biligha.

Al ritorno dagli spogliatoi, l’inerzia cambia, con due triple (di Dragovic e Turner) che ridanno la parità al 21′. Un recupero con schiacciata di Bramos illude l’Umana Reyer al 22′, ma resterà l’unico canestro da due punti del quarto per gli orogranata. L’atteggiamento giusto è infatti quello di Cremona, che si riporta avanti (40-38) al 24′ e poi allunga fino al +7 (47-40 al 27′). L’Umana Reyer resta a galla solo grazie ai tiri liberi, con un accenno di reazione grazie alla zona 3-2 e alla tripla di Viggiano al 29′ (51-49), anche se Cremona va all’ultimo intervallo sul 54-50.

Il positivo impatto di Krubally e un canestro di Pargo riportano l’Umana Reyer in parità a quota 54 al 31’30” ed è ancora pari (57-57) con l’1/2 dalla lunetta di Pargo al 34’30”, a chiusura di un periodo molto confuso da parte di entrambe le formazioni e di basket tutt’altro che spettacolare. A questo punto, però, l’Umana Reyer si perde nuovamente in attacco, con McGee che, nonostante l’aggressività difensiva orogranata, si erge a mvp, trascinando la Vanoli all’8-0 che indirizza il match (65-57 al 37’30”). Nel finale, infatti, l’Umana Reyer non riesce più a riavvicinarsi nel punteggio ed è così 77-67.

Parziali: 17-24; 29-35; 54-50

Vanoli: Dragovic 14, Starks 13, Mian 5, Gaspardo, Cusin, Cazzolato ne, Washington 8, Biligha, McGee 21, Turner 16. All. Pancotto

Umana Reyer: Pargo 13, Ejim 9, Bramos 5, Tonut 9, Jackson 4, Krubally 4, Green 10, Ruzzier, Antelli ne, Ress 3, Ortner 6, Viggiano 4. All. De Raffaele.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Scorzè: camionista investito e ucciso nella notte

  • Truffatore online per anni, lo vanno a prendere nel suo appartamento

  • Referendum per la separazione di Venezia e Mestre: l'affluenza si ferma al 21,73%

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Scoperta a rubare vestiti, aggredisce il direttore e gli punta le forbici in faccia

  • Referendum per la separazione di Venezia e Mestre: affluenza al 21,7%. Sì al 66%

Torna su
VeneziaToday è in caricamento