La Reyer conferma il suo staff tecnico: sulla panchina intoccabile coach De Raffaele

Per l'allenatore è la decima stagione in orogranata: «Motivo di orgoglio, ringrazio la società»

L’Umana Reyer ha il piacere di comunicare che l’intero staff tecnico della prima squadra maschile è stato confermato per la stagione 2020/2021.

Confermato De Raffaele

Per l’head coach Walter De Raffaele sarà la decima stagione in orogranata, la sesta come head coach con il record di 156 vittorie su 257 partite (64%), da assistant coach ha collezionato 182 panchine, per un totale complessivo di 439. Gianluca Tucci è alla quinta stagione in orogranata, sono 237 le panchine da assistant coach per lui. Per Alberto Billio, veterano del settore tecnico, sarà la diciannovesima stagione con l’Umana Reyer e la quindicesima consecutiva da assistente della prima squadra. In diciotto stagioni, tra femminile e maschile, Alberto si è seduto ben 762 volte sulla panchina orogranata. Massimo Galli è confermato per la seconda stagione consecutiva, in questa stagione ha collezionato 42 presenze ufficiali. Inoltre, lo staff atletico dell’Umana Reyer sarà ancora composto dai preparatori fisici Renzo Colombini, arrivato a Venezia nell’estate 2014 (settima stagione in orogranata per lui), e Matteo Xalle che lavora all’Umana Reyer dal 2009 e per il quarto anno consecutivo con la prima squadra maschile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le sue parole

«Credo che sia molto importante dare continuità al lavoro di staff – il commento di coach De Raffaele – In questi anni è stato un nostro punto di forza, al di la vittorie, per crescere e migliorare i giocatori. Il linguaggio tecnico comune, una metodologia di lavoro già conosciuta e l’affinità tra le persone sono componenti molto importanti per noi. Inoltre continuare a lavorare insieme garantisce anche una continuità tecnica nel poter lavorare sui giocatori e sui loro progressi. Personalmente è una grande soddisfazione lavorare qui da dieci anni che sono uno spaccato importante della mia vita e della mia famiglia. Dieci stagioni alla Reyer e sei a capo della prima squadra sono motivo di orgoglio e grande responsabilità, ringrazio il Club per questa fiducia. Credo che l’empatia che si è creata con l’ambiente, la società e tutti i collaboratori si adatti perfettamente al modo di essere mio, ma anche a quello di tutti i Veneziani e tifosi Reyer di terra e di mare. Da parte mia e da parte del Club c’è sempre il desiderio di fare passi avanti, continuare ad essere affamati, ma soprattutto di essere sempre umilmente ambiziosi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento