Al via la mezza maratona dei Dogi: 2mila di corsa lungo la Riviera

La partenza da Mira, l'arrivo a Stra. Anche quest'anno in gara una squadra di rianimatori

Dogi’s Half Marathon, al via. Il conto alla rovescia per l’edizione 2019 della mezza maratona della Riviera del Brenta è ormai agli sgoccioli. Organizzata dall’Atletica Riviera del Brenta, la manifestazione partirà da Mira alle 9.15 di domenica, per andare a toccare i comuni di Dolo, Fiesso d’Artico e Stra. Quasi 2000 gli iscritti, in rappresentanza di 12 nazioni. Una festa all’insegna dello sport e della solidarietà che scatterà già domani, alle 15, con l'apertura dell’Expo nella piazza del municipio di Mira.

Top runners

Keniani ed etiopi saranno gli atleti da battere. L’aggiunta dell’ultima ora è rappresentato dall’esperto keniano Cosmas Kigen, 2h09’43” di primato personale nella maratona (2011), reduce dal successo di domenica scorsa all’Unesco Cities Marathon. Riflettori puntati inoltre sui connazionali Kimosop Kiprono (1h02’15”), desideroso di riscattare il ritiro al 34° chilometro dell’Unesco Cities Marathon dopo un veloce passaggio a metà gara (1h06’44”), e Ken Mutai (1h05’37” di personale, stabilito il 24 febbraio, giungendo secondo a Treviglio). Tra gli italiani da seguire il trevigiano Roberto Graziotto (Tornado), oltre a Matteo Gobbo (Atl. Biotekna Marcon), Matteo Penazzato (Atl. Riviera del Brenta) ed Enrico Simoli (Atl. Biotekna Marcon).

Tra le donne, pronostico a favore dell’etiope Meseret Engidu Ayele, reduce dalla vittoria della Mezza del Marchesato a Saluzzo, dove ha portato il personale a 1h14’15”, e, prima ancora, dal quinto posto dei Societari tricolori di cross di Venaria Reale. Puntano ad un piazzamento di prestigio anche la vicentina Greta Pizzolato (Pol. Aurora) e le veneziane Anna Busetto (Atl. Due Torri Sporting Noale), terza nel 2018, Jessica Doria (Generali Runners) ed Erika Michielan (Amatori Atl. Chirignago). Al via pure Elena Camali (Atl. Riviera del Brenta) e l’ex azzurra Silvia Sommaggio.

Il percorso

Dogis 2019_cartina percorso-2

Rianimatori in gara

Al via della mezza maratona ci sarà infatti anche il Bls-Run Team “…rianimatorINcorsa”, una squadra di podisti abilitati a svolgere manovre di rianimazione cardiopolmonare e defibrillazione precoce. Con le loro tipiche magliette arancioni, saranno guidati dal creatore del gruppo Gianni Stelitano. Ci saranno anche gli Amici di Diego, l’associazione nata nel 2007 con l’obiettivo di portare i ragazzi con disabilità a partecipare a maratone, mezze maratone e corse su altre distanze, così come 14 “angeli custodi”: anche quest'anno funzionerà un servizio di pacer per gli atleti che parteciperanno alla gara con un obiettivo cronometrico prefissato.

Corsa solidale

Dogi’s Half Marathon, da sempre, è anche una corsa solidale. Quest’anno, tra gli obiettivi della mezza maratona dei Dogi, c’è il sostegno a due iniziative che mettono al centro le persone e la natura. Il 7 aprile, sulle strade della Riviera del Brenta, si correrà anche per il Progetto “CasaNostra”, una struttura dedicata a persone con sindrome di Down, che pulsa nel cuore di Mestre.  La Dogi’s correrà anche a favore di un progetto di ripristino dei sentieri del Cadore, devastati dal maltempo dello scorso autunno.

Potrebbe interessarti

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • Micosi alle unghie: i rimedi fai da te

  • I consigli per una lavastoviglie pulita e senza cattivi odori

  • Moscerini della frutta: come eliminarli dalla propria cucina

I più letti della settimana

  • Schianto frontale tra un'auto e un autobus: due morti e feriti gravi sulla Triestina

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • Si sente male e muore in spiaggia a Jesolo

  • Auto fuori strada finisce nel canale, perde la vita un 23enne

  • Fuori strada in moto, morto un ragazzo

  • Malore improvviso, muore un ragazzo di 17 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento