Umana Reyer beffata dalla Dolomiti Energia Trento: rinviato tutto a gara4

Dopo il 72-59 gli orogranata restano comunque avanti 2-1 e torneranno così a giocarsi sabato sera al PalaTrento il secondo match-ball

Si va a Gara4 nella serie dei Quarti tra Dolomiti Energia Trentino e Umana Reyer: dopo il 72-59, gli orogranata restano comunque avanti 2-1 e torneranno così a giocarsi sabato sera al PalaTrento il secondo match-ball.

Primo quarto

Nessuna novità né nel roster a referto, né nello starting five orogranata. Inizialmente, l’Umana Reyer si affida soprattutto al tiro pesante ed è proprio con una tripla (di Haynes) che sblocca lo score per il 4-3 al 2’. Sul campo si lotta e Stone (in penetrazione) e ancora Haynes da 3 rispondono a Trento (9-8 al 5’30”), poi è Watt, dopo la seconda stoppata personale, a portare avanti la squadra sul 9-10 al 7’. Due schiacciate (di Marble e Flaccadori) segnano il controsorpasso Dolomiti (13-10 al 9’30”), con De Nicolao che chiude il primo quarto con il libero del 13-11.

Secondo quarto

Parte bene, nel secondo parziale, l’Umana Reyer: segna Vidmar, poi Daye in contropiede su recupero di De Nicolao ed è 13-15 all’11’. La scossa alla partita, però, la dà Gomes, firmando da solo, con due triple e un gioco da tre punti, il 9-0 per il 22-15 al 13’30”. Watt interrompe il break trentino, ma i padroni di casa hanno scaldato la mano, soprattutto dall’arco, e allungano sul 27-18 al 16’30” con la tripla di Mian. Stone risponde da 3, ma arriva il momento di Marble: con sette punti di fila (intervallati solo da due liberi di Watt) porta Trento al 36-23 al 18’30” e, nel finale, Jovanovic arrotonda ulteriormente, per il 38-23 all’intervallo lungo.

Terzo quarto

Si riparte da Gomes, poi c’è un sussulto orogranata con Stone (da 3) e Watt: 40-28 al 22’. Ma Trento riprende subito l’inerzia, anche perché l’Umana Reyer continua a perdere palloni e a non recuperare rimbalzi offensivi. Gomes, Marble e Craft riscrivono il massimo margine sul 46-28 al 23’. Haynes e Watt accennano una reazione (46-32 al 24’), ma Trento continua a essere più determinata e aggiorna ulteriormente il divario: 53-32 al 25’30”, 57-35 al 27’30”. Il capitano Haynes tenta di dare la scossa, poi Vidmar dalla lunetta e Cerella in contropiede (dopo grande stoppata di Stone su Jovanovic) chiudono un minibreak di 0-5 con time out Trento al 29’ sul 57-40 e Jovanovic che trova il canestro che porta all’ultimo intervallo sul 59-40.

Ultimo quarto

Trento prova ad ammazzare la partita con il nuovo massimo vantaggio: 64-40 al 31’30” sulla tripla di Forray, anche se l’Umana Reyer non si arrende e con Vidmar, Daye da 3 (dopo stoppata su Hogue) e Giuri (finalmente di nuovo in campo) sempre con una tripla costringono la panchina trentina al time out sul 64-48 al 32’30”. Ma l’inerzia resta orogranata: Vidmar schiaccia su assist di Daye poi stoppa Flaccadori e, nonostante un paio di palle perse, la difesa dell’Umana Reyer serra le fila, con Watt che segna il 64-52 e un libero su due sull’antisportivo (con instant replay) di Hogue al 35’30” (64-53). Il parziale orogranata si ferma sullo 0-13 con il canestro di Craft al 36’30” dopo 5’ senza canestri per i padroni di casa. Coach De Raffaele chiama subito time out. Le triple, però, non entrano e arrivano ancora un paio di palle perse ed è sempre Craft a riallungare (68-53 al 37’30”). L’Umana Reyer prova il quintetto piccolo, ma non c’è più tempo per rientrare e finisce 72-59.

Parziali: 13-11; 38-23; 59-40

Dolomiti Energia: Marble 17, Pascolo 4, Mian 3, Forray 8, Flaccadori 2, Craft 11, Mezzanotte ne, Gomes 17, Hogue 6, Lechthaler ne, Jovanovic 4. All. Buscaglia.

Umana Reyer: Haynes 15, Stone 8, Bramos, Daye 9, De Nicolao 1, Vidmar 7, Biligha ne, Giuri 3, Mazzola, Cerella 2, Casarin ne, Watt 14. All. De Raffaele.

Potrebbe interessarti

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • I consigli per una lavastoviglie pulita e senza cattivi odori

  • Puntura di medusa: cosa fare? Verità e falsi miti

  • Rifiuti ingombranti a Venezia: una guida su come eliminarli

I più letti della settimana

  • Schianto frontale tra un'auto e un autobus: due morti e feriti gravi sulla Triestina

  • Auto fuori strada finisce nel canale, perde la vita un 23enne

  • Fuori strada in moto, morto un ragazzo

  • Si sente male e muore in spiaggia a Jesolo

  • Trovato morto nella sua auto a 24 anni: sospetta overdose

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

Torna su
VeneziaToday è in caricamento