Reyer, altro risultato storico: Brescia battuta, ora è ai quarti

I ragazzi di coach De Raffaele chiudono il girone al secondo posto, espugnando il finora inviolato in Europa PalaLeonessa: la Germani Brescia si deve arrendere 88-93

L’Umana Reyer è ai Quarti di finale di 7Days EuroCup, dove affronterà Malaga. Un altro traguardo storico raggiunto dagli orogranata, un altro grande obiettivo stagionale centrato! I ragazzi di coach De Raffaele chiudono il girone al secondo posto, espugnando il finora inviolato in Europa PalaLeonessa: la Germani Brescia si deve arrendere 88-93.

Primo tempo

Potendo inserire a referto tutti gli stranieri, a riposo restano Cerella, Casarin e Pellegrino, con quintetto confermato dalle Final Eight (De Nicolao, Tonut, Chappell, Mazzola e Watt. In un clima surreale per le porte chiuse al pubblico, il gioco in campo è piacevole, con le squadre che si rispondono colpo su colpo. Watt fa 3-6 al 2’, poi Abass trascina Brescia sul 12-10 al 4’30”. Con il predominio a rimbalzo e nessuna palla persa, gli orogranata allungano sul 12-17 al 5’30”, con time out dei padroni di casa che non interrompe l’inerzia, visto che Tonut allunga fino al 12-21 al 6’30” Watt (con la squadra a 8/11 da 2) firma il vantaggio in doppia cifra (13-23) al 7’. Brescia però trova un ottimo apporto dalla panchina e, nel finale di quarto (quando si rivede in campo, a 464 giorni dal grave infortunio, l’ex Ceron), si riavvicina fino al 24-25. Il parziale a favore dei padroni di casa prosegue nel secondo periodo, che inizia male per l’Umana Reyer (terzo fallo di Daye dopo poco più di un minuto e bonus speso dopo 1’40”). Così la Germani, trascinata da Trice arrotonda il break sul 17-2, per il 30-25 al 12’30”. L’ingresso in campo di Udanoh, con i primi punti dalla panchina, interrompe l’astinenza orogranata, poi Tonut è il primo ad arrivare alla doppia cifra impattando a quota 30 con la tripla al 13’30”. Dopo il time out bresciano, la partita si fa un po’ confusa, con la squadra di Esposito al massimo margine (41-35) al 17’, grazie alle triple. Il finale di tempo è però tutto dell’Umana Reyer, che, dopo aver visto anche Watt toccare la doppia cifra, completa il controbreak di 0-10 con Tonut e poi la tripla del 41-45 di De Nicolao.

Secondo tempo

In avvio di ripresa, pur con il quarto fallo di Lansdowne, Brescia si riavvicina a -2 (45-47) al 21’30”, ma l’Umana Reyer non si fa intimorire e, nonostante l’errore dalla lunetta sul tecnico a Vitali, riparte con un libero e una tripla di Watt, il canestro di Tonut, quello di Chappell (su bell’assist di De Nicolao) e la tripla di Mazzola che riscrive il massimo vantaggio sul 47-58 al 24’30”. Gli orogranata commettono qualche ingenuità di troppo, tra fallo sul tiro dall’arco di Horton (3/3 dalla lunetta per il 50-58 a metà quarto), palle perse e reazione (punita con il tecnico) di Stone a una scorrettezza di Laquintana sfuggita agli arbitri al 26’30”. Stone si rifà con un assist pallavolistico per Vidmar (51-60 al 27’), poi si sblocca anche Daye (53-62 al 27’30”), con Chappell che ritrova dalla lunetta il massimo margine (53-64 al 28’). Nel finale di quarto si va molto in lunetta: Brescia si riavvicina sul 56-64 al 29’, ma Daye la respinge a -12 (56-68) all’ultimo intervallo. Goudelock ne mette due di fila alla ripresa (56-72 al 31’), poi coach De Raffaele preferisce non correre rischi, chiamando time out al 32’ per fermare la piccola reazione bresciana (61-72), trovando poi subito la tripla di Bramos quasi allo scadere dei 24” (61-75). Brescia prova a non mollare, pur sapendo che, con la vittoria di Patrasso a Oldenburg, le servirebbe non solo la vittoria, ma anche rimontare il 68-60 dell’Umana Reyer all’andata al Taliercio. La Germani arriva a -10 (68-78 al 34’), ma De Nicolao ristabilisce subito le distanze con la tripla del 68-81. Vitali riporta il ritardo dei padroni di casa sotto la doppia cifra, ma Vidmar fa 2/2 dalla lunetta (72-83). Brescia è anche a -8 (76-84) al 37’ con Zerini, che poi esce per falli, e a -6 (78-84) al 37’30”. L’Umana Reyer può comunque gestire fino all’88-93 finale.

Parziali: 24-25; 41-45; 56-68

Germani: Zerini 7, Trice 18, Ceron, Abass 16, Cain 14, Vitali 8, Laquintana 4, Lansdowne, Guariglia ne, Horton 10, Moss 2, Sacchetti 9. All. Esposito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Umana Reyer: Udanoh 4, Stone, Bramos 3, Tonut 20, Daye 6, De Nicolao 16, Filloy ne, Vidmar 5, Goudelock 7, Chappell 10, Mazzola 5, Watt 17. All. De Raffaele.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento