Dalla Turchia all'Italia: Gintarė Petronytė è una giocatrice dell'Umana Reyer

Nazionale lituana, nel suo palmares figurano tre vittorie nella Lega Baltica (2005, 2008 e 2009) e quattro (2005, 07, 08 e 09) nel campionato lituano. Ha inoltre vinto due EuroCup Women, il campionato greco (2010), la coppa di Turchia (2011), il titolo e la coppa di Polonia (2015) e il campionato libanese

Gintarė Petronytė (foto: reyer.it)

Accordo raggiunto tra l'Umana Reyer e la giocatrice lituana Gintare Petronyte, che vestirà così la maglia della prima squadra femminile orogranata nella prossima stagione. Ala/centro di 196 cm, Petronyte è nata a Panevezys il 19 marzo 1989 e ha giocato l’ultima stagione in Turchia, con la maglia del BSB Mersin. 34 gli incontri ufficiali disputati nel 2018/19: 29 di campionato (19,3 punti, 9,3 rimbalzi e 1,6 stoppate di media) e 5 di EuroCup Women (14,6 punti e 6,8 rimbalzi).

Palmares

Nazionale lituana, nel suo palmares figurano tre vittorie nella Lega Baltica (2005, 2008 e 2009) e quattro (2005, 07, 08 e 09) nel campionato lituano. Ha inoltre vinto due EuroCup Women (2010 e 2018, in finale contro l’Umana Reyer), il campionato greco (2010), la coppa di Turchia (2011), il titolo e la coppa di Polonia (2015) e il campionato libanese (2017). Ha già maturato due esperienze nel campionato italiano: a Taranto nel 2012/13 e a Napoli nel 2015/16.

«Venezia, paese che adoro»

«Prima di tutto sono davvero felice di far parte della famiglia dell’Umana Reyer che ringrazio per avermi voluto fortemente. Ho scelto Venezia perché per me la priorità è giocare in un grande Club che abbia ambizione e ottima organizzazione. So inoltre che i tifosi sono molto calorosi e che quello orogranata è un ambiente che ha cultura di pallacanestro, è un’onore farne parte. L’anno scorso ho seguito molto le prime due squadre dell’Umana Reyer che hanno fatto due grandi campionati. I ragazzi sono stati meravigliosi a vincere lo scudetto e noi dobbiamo avere l’ambizione di provare ad arrivare in fondo quest’anno, seguendo anche il loro esempio. Sono una persona molto competitiva, gioco solo per aiutare la mia squadra a vincere più partite possibili e sono realmente convinta che insieme a staff, management e sostenitori possiamo toglierci grandi soddisfazioni quest’anno e scrivere un capitolo della storia reyerina. Un paio d’anni fa ho giocato la finale di Eurocup al Taliercio e ricordo un’atmosfera bellissima, conosco alcune giocatrici e membri dello staff orogranata e questo credo aiuterà il mio inserimento. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura in un Paese che adoro come l’Italia e in una Città meravigliosa come Venezia!».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Barca finisce in secca, volo dell'elicottero per recuperare quattro persone

  • Schianto fra 3 veicoli all'incrocio: un ferito grave

Torna su
VeneziaToday è in caricamento