Il Goc riaccende i motori: dall’8 agosto parte la preparazione

Settore giovanile: “Open Week” di allenamenti aperti dal 19 al 23 agosto per tutte le età

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

"È tempo di tornare sul campo in casa Gazzera Olimpia Chirignago. Già dal prossimo 8 agosto le porte dell’impianto di via Calabria apriranno per il ritrovo della prima squadra, impegnata quest’anno nel difficile campionato di Prima Categoria. Subito dopo, dal 19 al 23 agosto, spazio a tutte le squadre del settore giovanile con la “Goc Open Week 2019”. I bambini di tutte le fasce d’età, dai Piccoli amici sino agli Allievi, potranno entrare gratuitamente e conoscere la struttura e i tecnici che accompagneranno il loro divertimento per tutta la stagione. “Siamo impegnati già da diverse settimane per trovarci pronti al via delle nuove attività”, commenta il presidente Adriano Baldon. “Attendiamo con molta curiosità l’inizio del lavoro di mister Giacinto Montemurro e del suo staff con la prima squadra. E contestualmente diamo il via alla prima delle tante iniziative dedicate al nostro settore giovanile, nel quale crediamo molto e da cui, siamo certi, avremo grandi soddisfazioni”. Un settore giovanile che sarà molto importante per la prima squadra. “Infatti – riprende Baldon – siamo soddisfatti che già da questo ritiro saranno aggregati ragazzi della nostra juniores pronti a farsi valere anche con i più grandi”. “È sempre positivo per una società sapere di poter contare su un settore giovanile fatto di tecnici validi e ragazzi entusiasti – aggiunge mister Montemurro – e sono contento che cinque ragazzi della scorsa juniores faranno parte del gruppo di prima squadra, a testimonianza dell’ottimo lavoro svolto”. “Partiamo con grande entusiasmo e voglia di fare – va avanti Montemurro – concentrandoci su obiettivi plausibili, ma senza porci dei limiti. Dobbiamo guardare oltre l’orizzonte, consapevoli delle difficoltà che affronteremo, ma anche consci dei nostri mezzi e delle nostre capacità. Ad oggi abbiamo già con noi un buon numero di ragazzi: alcuni li conosco, altri li ho incontrati da avversari, altri ancora sono scommesse per la categoria. Siamo soddisfatti del gruppo, ma pronti ad accogliere gente che aumenti la nostra qualità e che sposi i nostri obiettivi. Come sempre, sarà il campo e dare risposte e noi non vediamo l’ora di iniziare".

Torna su
VeneziaToday è in caricamento