homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Anche Markoishvili si ferma: i tifosi della Reyer "sognano" Cantù ai playoff

Infermeria piena di giocatori chiave per la squadra lombarda. Ultimo a bloccarsi il georgiano. Domenica saranno in molti a sperare che i biancoblù finiscano secondi al posto di Milano

Su forum e social network in questi giorni è andato in scena un mini referendum "cestistico": per la Reyer ai playoff è meglio affrontare Milano o Cantù? Il risultato è un plebiscito: la Bennet. Non perché sia una squadra "di brocchi", e nemmeno perché Milano è effettivamente in grande spolvero. Semplicemente perché l'infermeria in casa canturina è strapiena.

L'ultimo a trovarvi posto è Manuchar Markoishvili, uno dei pezzi pregiati del roster allenato da coach Andrea Trinchieri, che si è procurato una grave distorsione alla caviglia durante l'ultima partita disputata. A lui si aggiungono gli indisponibili Micov, Shermadini e Scekic, che difficilmente potranno giocare almeno le prime partite di postseason. Il loro rientro, infatti, è tutto da decifrare. "Sono preoccupato per i playoff dove giocheremo ogni due giorni e non penso che avremo a disposizione più giocatori di adesso - ammette l'allenatore - Comunque dopo l'ultima gara di domenica avremo 11 giorni per allenarci e cercare di rimettere in piedi Markoishvili, cosa che francamente non mi sembra facile".

Insomma, i tifosi orogranata sperano in un accoppiamento "fortunato", nonostante la squadra veneziana provenga da tre sconfitte consecutive e di certo per ora deve guardare più in casa propria che in quella degli altri. C'è da giurarsi che, però, saranno in molti a Venezia (e a Ferrara, dove domenica giocherà "in casa" l'Umana) a sperare che Cantù vinca la battaglia per il secondo posto contro l'Emporio Armani Milano, ora come ora in grande spolvero e "destinata" a giocarsi la finale contro la Montepaschi Siena.

Poi la truppa di Mazzon tenterà di ricaricare le pile. Avrà infatti circa undici giorni per preparare la prima sfida playoff il 17 o 18 maggio in trasferta.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Stazioni a nuovo, superconnessioni e tribunale "completo" a piazzale Roma

    • Sport

      Tacopina: "Prenderemo il Padova a calci in c...". Bitonci: "Aspetto le sue scuse"

    • Mestre

      Il furto sfocia in rapina: il ladro minaccia col coltello l'addetto e poi scappa di corsa

    • Cronaca

      Malore fatale mentre è in acqua, a Caorle perde la vita un turista austriaco

    I più letti della settimana

    • Buona la prima per mister Inzaghi, il Venezia batte il Forlì all'esordio al Penzo

    • Tacopina: "Prenderemo il Padova a calci in c...". Bitonci: "Aspetto le sue scuse"

      Torna su
      VeneziaToday è in caricamento