Al via la IX edizione delle Panathliadi a San Servolo: 450 gli studenti coinvolti

Con l'ingresso degli atleti ai campi sportivi è iniziata la cerimonia di apertura, alla presenza del sindaco di Venezia, del presidente del Panathlon Club Venezia, Luca Ginetto, del governatore dell'Area 1 del Panathlon International, Giorgio Chinellato, e del presidente del Panathlon Club Padova, Fiorenzo Zanella

Si è svolta sull'Isola di San Servolo la nona edizione delle “Panathliadi”, la giornata di “Giochi delle Scuole Medie Metropolitane” in cui studenti delle classi seconde e terze partecipano, in rappresentanza della propria scuola, ad una serie di giochi e discipline sportive per divertirsi in nome del fair play e coinvolgere quanti solitamente non praticano attività agonistica. Finalità, queste, per le quali l'iniziativa ha ricevuto l'Alto riconoscimento del diploma d'onore del Comitato Internazionale Fair Play.

Non solo sport

Con l'ingresso degli atleti ai campi sportivi è iniziata la cerimonia di apertura, alla presenza del sindaco di Venezia, del presidente del Panathlon Club Venezia, Luca Ginetto, del governatore dell'Area 1 del Panathlon International, Giorgio Chinellato, e del presidente del Panathlon Club Padova, Fiorenzo Zanella. Alla lettura della “Carta dei diritti dei ragazzi allo sport”, sono seguiti i saluti istituzionali, mentre il via ai giochi è stato segnato dall'accensione del tripode. «Questa non è solo una giornata di sport – ha detto Chienellato, ringraziando l'Amministrazione comunale veneziana per l'attenzione data al Panathlon - ma di un modo di stare assieme giocando e facendo sport». «E' una lezione di sport per tutti», ha commentato a sua volta Zanella, sottolineando la bellezza del luogo e la qualità dell'organizzazione dell'evento, resa possibile dall'impegno di volontari e insegnanti. 

Partecipanti

Proprio a loro, ai genitori che hanno accompagnato i ragazzi, e ai soci del Panathlon Club si è poi rivolto il sindaco: «Desidero ringraziarvi per quello che fate da anni per lo sport». Nel dare un benvenuto speciale ai giovani atleti, ha poi aggiunto che «dobbiamo riappropriarci della città e far disputare le Panathliadi in questo luogo è un esempio di come si può fare. Mi piacerebbe anzi riuscire a portare qui una tre giorni sportiva che coinvolga anche scuole a livello internazionale, facendo da città ospite». Una possibilità non remota, visto che già oggi erano presenti insegnanti di scuole provenienti da diversi Paesi europei, grazie a un progetto Erasmus. La manifestazione ha coinvolto quest'anno 450 ragazzi di 14 scuole della Città Metropolitana di Venezia - Foscarini, Sansovino, Calvi, Morosini, San Provolo e Alighieri di Venezia, Manin di Ca' Savio, Grimani di Marghera, Volpi di Favaro Veneto, Pisani del Lido di Venezia, Schiavinato e Nievo di San Donà di Piave, Baseggio di Malcontenta, Roncalli di Quarto D'Altino, Gramsci di Campalto, Galilei di Mira, Foscolo di Catene e De Amicis di Eraclea -, che si sono cimentati in “orienteering”, basket, calcio, tennis, tiro a segno, bocce, vortex, voga, staffetta, rugby, golf e volley.

Potrebbe interessarti

  • Consigli anti stress per il rientro dalle vacanze

I più letti della settimana

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: 23enne recuperato morto

  • Confermati temporale e grandine, nel Veneziano crolleranno le temperature

  • Incidenti sul Passante: una Ferrari incastrata sotto un camion

  • Schianto in autostrada, morta una 22enne

  • Dalla pesca al furto: denunciati ragazzi veneziani

  • Scivola e batte la testa, escursionista veneziano portato all'ospedale

Torna su
VeneziaToday è in caricamento