Il giorno di Dionisi, allenatore in rampa di lancio. Ora fari puntati sul mercato

In attesa di sapere se il Venezia disputerà il prossimo campionato di serie B o C, è stato presentato questa mattina il nuovo tecnico lagunare Alessio Dionisi

Dionisi tra il direttore sportivo Lupo e il presidente Tacopina

«Con oggi apriamo un nuovo capitolo della nostra storia. Alessio è un allenatore di cui mi hanno parlato bene in molti. Un tecnico che in tanti addetti ai lavori sostengono avrà un futuro brillante». Con queste parole il presidente del Venezia Joe Tacopina ha presentato, questa mattina, il nuovo mister del Venezia Fc Alessio Dionisi. Una presentazione che segue di poche ora la notizia della bocciatura del ricorso del Palermo da parte della Covisoc, che potrebbe proiettare i lagunari nella serie B 2019/2020. Presente al punto stampa anche il direttore sportivo arancioneroverde Fabio Lupo.

Tecnico molto cercato

Nelle ultime settimane si è fatto molto parlare di Dionisi, allenatore cercato da più compagini di serie B, dopo un ottimo campionato in serie D con l'Imolese e una progressiva scalata di categorie nelle sue prime 5 stagioni da allenatore. Nonostante la corte di altre squadre, la scelta è poi ricaduta su Venezia. «Sono molto orgoglioso di essere qui - ha commentato il neo allenatore - Ho scelto questa destinazione perché presidente e società mi hanno dimostrato grande fiducia. Venezia per me è un punto di arrivo, ma allo stesso tempo un nuovo punto di partenza. Sono molto felice di questa nuova famiglia e non vedo l'ora di iniziare a lavorare sul campo».

Punto sul mercato

La presentazione di Dionisi è stata anche l'occasione per fare il punto su un mercato che, per forza di cose, è ancora un grande cantiere. Tanti i nomi sul braciere, ma l'incertezza di giocare in una categoria piuttosto che in un'altra ha imposto di fare delle valutazioni d'insieme, procedendo con i piedi di piombo. «In queste settimane abbiamo lavorato per avere un quadro della situazione, - ha spiegato Lupo - consapevole che ci trovavamo in serie C, ma che saremmo potuti essere riammessi in B. Ho monitorato i mercati per entrambe le categorie, - ha aggiunto - ora ci confronteremo con mister e presidente per andare su obiettivi diretti». La parola d'ordine, comunque, è calma. Il direttore sportivo ha espresso la convinzione di non volersi far prendere dalla fretta solo per riempire le caselle: «Ne ho parlato con l'allenatore, - ha precisato - dobbiamo costruire una squadra forte per la prima giornata di campionato, ma cercheremo di avere il prima possibile una base sulla quale il mister possa cominciare ad impostare il suo calcio».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Barca finisce in secca, volo dell'elicottero per recuperare quattro persone

  • Schianto fra 3 veicoli all'incrocio: un ferito grave

Torna su
VeneziaToday è in caricamento