Primo giorno di scuola per la Reyer, Mazzon: "L'obiettivo? Confermarci"

La squadra orogranata, con alcune assenze, si è incontrata al Taliercio per presentarsi. C'erano anche i "nuovi" Zoroski e Williams, l'allenatore: "Loro entrano in un sistema già collaudato"

La Reyer Venezia alla presentazione ufficiale

Primo giorno di scuola stamattina per la Reyer Venezia. Giocatori, staff tecnico e dirigenza si sono dati appuntamento per incontrare i giornalisti e iniziare ufficialmente la nuova stagione, che proseguirà con il ritiro in altura ad Alleghe e alcune amichevoli precampionato. Presenti anche due nuovi innesti orogranata: il "centrone" Eric Williams, dalla fisicità impressionante, e il "piccolo" Ivan Zoroski. Assente "giustificatissimo" Yakhouba Diawara, che si sta godendo ancora qualche giorno di vacanza dopo le fatiche olimpiche della nazionale francese.


I NUOVI ARRIVI - "Sono tutti e tre giocatori che abbiamo voluto fortemente - spiega coach Andrea Mazzon - Eric ci porterà maggiore gioco interno e capacità di esecuzione sotto canestro. Non necessariamente per concludere, ma poi per riaprire anche il gioco. Lui è infatti un eccellente passatore". Una pedina che già dall'anno scorso, in piena querelle tra Venezia e Teramo per la massima serie, avrebbe potuto vestire la casacca orogranata. "E' vero - dichiara il giocatore, molto sorridente - mi avevano cercato. Però poi non potevo aspettare così a lungo che la situazione si sbloccasse". L'atleta è arrivato in laguna con le idee chiare, sapendo ciò che la piazza chiede da lui: "Porto peso sotto canestro, rimbalzi e - questo è l'auspicio di tutti i tifosi - posso creare spazio per Szymon Szewczyk".

LO SPOGLIATOIO - Un "giocattolo", quello della Reyer Venezia, che si spera giri come lo scorso campionato, quando gli orogranata si fermarono solo ai quarti di finale dei playoff: "Il nostro obiettivo è ripeterci - spiega Mazzon - per fare questo dobbiamo lavorare duro, tentando di migliorarci tutti individualmente". Riguardo ai nuovi arrivi il coach orogranata non è preoccupato che possano "minare" gli equilibri di uno spogliatoio molto unito: "Qui si arriva per essere inseriti all'interno di un sistema preciso, con regole chiare - commenta - anche i nuovi arrivati quindi avranno chiaro quello che dovranno fare. Tutti e tre avevano elevati minutaggi e magari prendevano venticinque tiri a partita. Qui sarà diverso".

IVAN ZOROSKI - Uno che di minuti ne ha giocati oltre trenta di media la scorsa stagione è Ivan Zoroski, reduce da un campionato con Montegranaro: "E' un giocatore coraggioso - spiega Mazzon - ha la capacità di portare comunque tranquillità nei momenti cruciali di una partita. Di certo non è uno che esita, e io lo conosco bene per averci giocato contro varie volte il Grecia e in Italia". E Zoroski si mette fin da subito a disposizione del suo allenatore: "La sua esperienza è molto importante - dichiara il giocatore serbo - giocherò in ogni ruolo che mi chiederà. D'altronde non ci ho pensato su due volte a venire a Venezia, per l'organizzazione e la stabilità della società. E poi mi ha colpito molto il calore del pubblico quando l'anno scorso ho giocato a Treviso".

YAKHOUBA DIAWARA - Per quanto riguarda l'ala transalpina Yakhouba Diawara, oggi assente, Mazzon sa cosa aspettarsi da lui: "Energia. Porterà energia, intensità e forza fisica. E ciò serve molto - spiega - Mi auguro che sia 'incazzato' per aver giocato poco alle Olimpiadi. Noi certo non smetteremo di ricordarglielo", dichiara l'allenatore, consapevole di aver a disposizione un giocatore dalle potenzialità enormi.


IL CALENDARIO DELLE AMICHEVOLI PRECAMPIONATO: Ora la squadra partirà per il ritiro, dove sarà al completo (tornerà anche Keyndren Clark, che arriva in laguna domani) meno la presenza di Daniele Magro, impegnato con la nazionale azzurra. Il giovane rientrerà tra il 10 e il 15 settembre. Mazzon potrà testare la preparazione della squadra l'8 e 9 settembre a Modena nel torneo "A canestro con il cuore", cui parteciperanno anche Ea7 Olimpia Milano, Virtus Bologna e Pallacanestro Reggiana. La manifestazione è a favore delle popolazioni emiliane colpite dal terremoto.

Il calendario delle amichevoli prosegue il 12 settembre a San Stino di Livenza, quando la Reyer incontrà i russi del Samara. Sabato 15 e domenica 16 settembre, invece, gli orogranata si trasferiranno a Caserta, per un torneo con la squadra di casa, Scandone Avellino e Virtus Roma. Mercoledì 19 settembre a Reggio Emilia è in programma un'amichevole con la Pallacanestro Reggiana, e, infine, sabato 22 e domenica 23 settembre a Sassari ci sarà un triangolare tra Venezia, la squadra sarda e Vanoli Cremona. Il 3 settembre a Falcade potrebbe esserci un altro match amichevole, ma la squadra avversaria deve ancora dare il suo consenso ufficiale.

 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Sport

      Insulti razzisti contro il calciatore avversario, tifoso viene allontanato dallo stadio a Dolo

    • Incidenti stradali

      Rallentamenti sul Ponte della Libertà lunedì: autobus in avaria e tram bloccato dietro

    • Cronaca

      Abbracci gratis sul Ponte di Calatrava

    • Cronaca

      L'omicidio di Pionca, l'ipotesi: vittima picchiata a sangue per uno sgarro o per un debito?

    I più letti della settimana

    • Tragedia a Mestre: giovane atleta collassa durante la partita di calcio a 5 e perde la vita

    • Ora è ufficiale: ingaggiato Batista per rinforzare il reparto lunghi della Reyer

    • L'incontro con l'antica rivale deciso dopo 2 minuti: al Penzo Venezia vince su Pordenone

    • Bebe Vio tra gli dei dello sport: atleta dell'anno con Michael Phelps, Simone Biles e Rosberg

    • A Venezia la seconda edizione del Neymar Jr's, il più grande torneo di calcio a 5 al mondo

    • La Coppa Italia rimane un tabù per la Reyer: quarti di finale fatali, sorride solo Brescia

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento