La Reyer chiude la regular season battendo Brescia: la sfidante sarà Trento

I verdetti al termine del campionato vedono gli orogranata di fronte a Trento, arrivata sesta. Tutti gli accoppiamenti

Un momento della gara (reyer.it)

L’Umana Reyer chiude la regular season con la convincente vittoria per 86-70 con la Germani Brescia.

Primo quarto

Tre gli indisponibili (Washington, Kennedy e, all’ultimo, anche Tonut), con Biligha e Giuri in panchina in precarie condizioni e quintetto che vede in campo Haynes, Stone, Bramos, Mazzola e Watt. Il capitano è ispirato e firma il 5-1 all’1’30”, poi Mazzola allunga con la tripla dell’8-1 al 2’30”. La partita è intensa, con Brescia che difende al limite sui lunghi orogranata, ma Watt riesce comunque ad allungare ulteriormente finop al 15-6 a metà periodo. Brescia è più efficace nella seconda metà di quarto e si riavvicina fino al 17-14 al 7’30”, ma l’Umana Reyer esce bene dal time out di coach De Raffaele e riprende il +9 (23-14) con un parziale di 6-0 firmato da Haynes (che toca quota 11) e Daye (gioco da tre punti per il 23-14 al 9′), poi il libero di Vidmar chiude il primo quarto sul 24-17.

Secondo quarto

Brescia riparte meglio e impatta a quota 24 al 12’30” con un parziale di 0-7. Vidmar sblocca l’Umana Reyer e la trascina con cinque di fila sul 29-27, portando a casa anche il terzo fallo di Moss. La Germani, comunque, trova il primo vantaggio (29-30) con la tripla di Cunningham a metà quarto. A riportare avanti gli orogranata è la tripla “del record” di Bramos (34-32) al 16’30”, anche se Brescia continua a giocare un basket efficace, con grande precisione da 3 punti, e tocca addirittura il +5 (35-40) al 19′. E’ Daye, con due canestri di fila, a chiudere il primo tempo con le due formazioni a contatto: 39-40.

Terzo quarto

Il secondo tempo inizia con la schiacciata di Watt, a cui risponde Beverly dalla lunetta (41-41 al 21′). Daye infila un’incredibile tripla di tabellone quasi allo scadere dei 24” e poi, su recupero di Watt, inventa l’assist per Bramos (46-42 al 22′). Cunningham mette un’altra tripla, ma è il momento dell’Umana Reyer, che produce un grande basket e allunga progressivamente. Con un parziale di 18-3, al 26′ è 59-45, poi Brescia torna a segnare dopo 4’30” senza canestri. Daye mette però la tripla del 62-47, con la panchina ospite costretta al secondo time out al 27′. Brescia riesce ad avvicinarsi sul -10 (62-52) al 28′, ma è l’ultimo sussulto, perché gli orogranata ripartono dalla tripla di De Nicolao, fanno debuttare in serie A il 2003 Casarin e chiudono il terzo quarto sul 69-53 sull’acrobatico canestro di Watt su assist di De Nicolao.

Ultimo quarto

Vidmar schiaccia due volte ed è +20 (75-55) al 31’30”, poi l’Umana Reyer inizia a giocare anche con il cronometro. Il canestro che segna l’inizio del garbage time è ancora di Vidmar (77-60 al 33’30”), poi Daye allunga anche a +22 (82-60 al 36’30”). Le due panchine lanciano i più giovani: segna Caroli, poi Veronesi e, finalmente, anche Casarin bagna l’esordio nella massima serie, a 5”, facendo esplodere il Taliercio sul 86-68, che diventa 86-70 sulla sirena.

Gli accoppiamenti

Ecco i verdetti delle prossime sfide: Milano (1)-Avellino (8); Sassari (4)- Brindisi(5); Cremona (2)-Trieste (7); Venezia(3)-Trento(6). Fuori Cantù e Varese.

Parziali: 24-17; 39-40; 69-53

Umana Reyer: Haynes 13, Stone, Bramos 7, Daye 25, De Nicolao 3, Vidmar 14, Casarin 2, Biligha ne, Giuri ne, Mazzola 5, Cerella 2, Watt 15. All. De Raffaele.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Germani: Hamilton 4, Abass 10, Veronesi 4, Vitali 3, Laquintana 4, Cunningham 14, Caroli 2, Beverly 4, Zerini 9, Moss 11, Sacchetti 5. All. Diana

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Ubriaco, picchia una ragazza e i carabinieri: neutralizzato con 2 dosi di sedativo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento