Derby tiratissimo ma alla fine trionfa la Reyer: De Longhi ko

Gli orogranata vincono in un Taliercio sold out con il punteggio di 79-73

Un derby emozionante e tiratissimo in un Taliercio sold out vede il ritorno alla vittoria dell’Umana Reyer, che riprende la marcia anche in campionato prima della sosta per le Final Eight con il 79-73 sulla De’ Longhi Treviso.

Primo tempo

Sempre out Udanoh, torna a disposizione (anche se solo per onor di firma) Tonut, votato dai tifosi mvp di gennaio, mentre viene lasciato a riposo nella logica della gestione Goudelock. Si parte con De Nicolao, Chappell, Bramos, Mazzola e Watt e un match fin da subito con l’intensità tipica di un derby. Nessuna delle due squadre riesce a prendere l’inerzia. Al 5-2 orogranata all’1’30”, con Chappell e De Nicolao protagonisti, Treviso risponde con le triple di Logan e Almeida (7-10 al 3’). Dal 9-12 ospite al 4’, l’Umana Reyer controbatte con la tripla di Bramos, il canestro di Vidmar e un libero di Daye per il 15-14 al 6’30”. I contatti si fanno più intensi, ma comunque la partita resta corretta, tra sorpassi e controsorpassi. E la tripla finale di Cerella vale il 25-23 orogranata al primo intervallo. Tessitori riporta avanti Treviso (25-27) all’11’, con l’Umana Reyer che, pur faticando nel tiro da tre, aggiusta le percentuali dalla lunetta e, anche grazie ai rimbalzi offensivi, si riporta avanti 30-27 al 13’. Chillo ne mette 5 di fila, Daye 4 ed è 34-32 al 17’. Ma l’elastico non è finito. De Longhi di nuovo avanti, con la tripla di Almeida, al 18’ (36-37), orogranata che rimettono la freccia con uno spettacolare contropiede nato da un recupero di Chappell e concluso dallo stesso sull’assist di Stone, per il 38-37 con cui si rientra negli spogliatoi.

Secondo tempo

Il secondo tempo si apre con il primo vantaggio in doppia cifra di una squadra (quello firmato da De Nicolao con il 3/3 dalla lunetta per il 41-37), ma Treviso risponde con un gioco da 4 punti di Nikolic e con tre canestri di Fotu, trovando a sua volta il massimo margine: 41-47 al 22’30”. Chappell chiude il break di 0-10 e dà il la al controparziale orogranata, che riporta l’Umana Reyer avanti sul 48-47 al 24’ con il contropiede chiuso da Watt su assist di Stone. Il ritmo si alza, Almeida e Daye sono i primi a toccare la doppia cifra in un match che rimane in bilico. L’Umana Reyer alza il livello difensivo e torna a +4 con la tripla di Stone (53-49 al 26’30”), poi arriva solo un canestro di Parks ed è 53-51 all’ultimo intervallo. Le triple di Chappell e Cerella fanno +6 (59-53) per l’Umana Reyer al 31’30”, ma chi pensa che sia finita si sbaglia di grosso. Treviso non molla e, dalla schiacciata di Watt per il 63-58 al 34’, con due triple di Imbrò la De’ Longhi rimette la freccia: 63-64 al 35’30”. A questo punto, però, arriva l’accelerazione decisiva degli orogranata: tripla di De Nicolao, gioco da tre punti di Chappell, canestro di Watt e tripla di Stone determinano il 74-66 al 38’. Nikolic prova a tenere in piedi le residue speranze di Treviso, riavvicinandola fino al -3 (76-73 con 39” da giocare): a mettere la parola fine, a -28”, è però la tripla aperta di Daye per il 79-73.

Parziali: 25-23; 38-37; 53-51

Umana Reyer: Stone 8, Bramos 7, Tonut ne, Daye 14, De Nicolao 11, Filloy, Vidmar 4, Chappell 18, Mazzola, Pellegrino ne, Cerella 7, Watt 10. All. De Raffaele.

De’ Longhi: Tessitori 8, Logan 6, Alviti 3, Nikolic 14, Almeida 11, Parks 4, Imbrò 8, Chillo 5, Uglietti 2, Fotu 12. All. Menetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Epilessia: anche nel distretto di Mirano-Dolo c’è una risposta a questa malattia neurologica

  • Auto esce di strada e finisce contro un platano, morta una 38enne

  • La due volte premio Oscar Emma Thompson da oggi è residente a Venezia

  • Controlli a tappeto nel Veneziano, quattro arresti

  • Fermato con la cocaina, in casa un arsenale di armi e esplosivo al plastico

Torna su
VeneziaToday è in caricamento