Super Reyer, gioca una partita perfetta e vince gara 1 contro Armani: 84 a 77

La serie di semifinale comincia nel migliore dei modi, gli orogranata sorprendono e battono la favorita per lo scudetto. Cinque giocatori in doppia cifra

Foto reyer.it

Buona la prima: gli orogranata sbancano con merito il Pala Banco Desio in gara1 e iniziano nel migliore dei modi la serie di semifinale con la corazzata EA7 Milano. Come detto da coach De Raffaele in settimana l’Umana Reyer non vuole fare la comparsa in questa serie di semifinale scudetto e questa sera gli orogranata l’hanno dimostrato.

La partenza è tutta milanese: 11-3 in 3′, a cui però l’Umana Reyer riesce a rispondere con uno 0-9 in meno di 2′, basato su un’ottima difesa a zona 3-2 e grande pazienza nella circolazione di palla in attacco, che permette di costruire buoni tiri. Dall’11-12 di metà quarto, la partita rimane in equilibrio fino all’intervallo breve, con ottime rotazioni e buona distribuzione delle responsabilità in casa orogranata, con l’Umana Reyer che regge ottimamente il confronto anche a rimbalzo. Il 21-21 dell’intervallo lungo, così, è il giusto esito dei primi 20′.

I padroni di casa provano l’allungo con un mini break di 5-0 a cavallo dei primi due quarti, ma è capitan Ress, che debutta nella partita ad inizio di secondo parziale, ad impattare nuovamente a quota 27 all’11’30”. La buona difesa dell’Umana Reyer continua e innervosisce Batista, primo a spendere, dopo 12’30”, il secondo fallo, per di più in attacco. Al giro di boa, è un gioco da tre punti di Tonut a dare il massimo vantaggio alla squadra di De Raffaele (33-36), anche se l’attacco veneziano si inceppa negli ultimi 3’49”, con un parziale di 8-0, dopo il 35-38 di Krubally, che porta le squadre all’intervallo lungo sul 43-38 per l’EA7.

L’avvio di secondo tempo fa però subito vedere che, nell’intervallo, l’Umana Reyer è riuscita a riorganizzare perfettamente le idee. Il break iniziale è da paura: 0-16, per il 43-54 al 25’30”, con Milano che smuove il punteggio solo al 26′, con Simon dalla lunetta. La difesa veneziana è impeccabile, visto che i padroni di casa riescono a segnare, dal campo, solo un canestro nel terzo quarto, cercando di rimanere a galla solo con i tiri liberi di Sanders.

Proprio il miglior marcatore del match prova a riavvicinare l’EA7 in avvio di ultimo periodo (55-66), ma è solo un fuoco di paglia. Con un gran gioco di squadra (alla fine saranno ben cinque i giocatori in doppia cifra), è ancora l’Umana Reyer a condurre le danze, con il massimo margine che continua ad aggiornarsi, fino al 62-79 del 35’30”. Com’è logico, Milano tenta il tutto per tutto, riavvicinandosi fino al -6 (74-80) a 1′ dalla fine. Ma qui emerge la gran lucidità veneziana, che consente ai tifosi giunti fino a Desio di festeggiare la splendida vittoria.

Parziali: 21-21; 43-38; 53-66

EA7: Lafayette, Gentile 8, Cerella 2, Kalnietis 4, Macvan 12, Calò ne, Magro, Sovera ne, Sanders 28, Jenkins 4, Simon 9, Batista 10. All. Repesa.

Umana Reyer: Pargo 4, Ejim 12, Bramos 12, Tonut 10, Jackson 3, Krubally 6, Green 16, Ruzzier ne, Criconia ne, Ress 4, Ortner 14, Viggiano 3. All. De Raffaele.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

Torna su
VeneziaToday è in caricamento