La Reyer ruggisce nel secondo tempo, ma nel finale Sassari si risveglia e la chiude

La Reyer si gioca un pezzo di scudetto sul parquet di Sassari. Inizio di gara 4 alle 20.45. In questa pagina il risultato finale della partita che potrebbe portare Venezia sul 3 a 1 o la serie sul 2 a 2.

Sintesi

Con la Dinamo sul +16 nel massimo sforzo dei primi 30 minuti, la Reyer sembrava fuori dai giochi ma negli ultimi due quarti approfittando degli errori di Sassari l'Umana recupera e si porta anche sul -3. Mentalmente gli orogranata sono sembrati molto in palla tanto da infilare una buona serie di canestri, in particolare con l'spirato Daye. Ma nell'allungo finale la Dinamo esce fuori e infila i punti decisivi del 2-2 di serie. Almeno una gara 6, a questo punto sarà certa. Gara 5 tra nuovamente in Laguna.

Il match

Nonostante un ultimo quarto in cui riesce a riaprire i giochi dopo l’allungo dei padroni di casa fino al +16, l’Umana Reyer non riesce a bissare la vittoria di Gara3 al PalaSerradimigni: con il punteggio di 95-88, Gara4 è del Banco di Sardegna, che, prima di tornare al Taliercio, impatta la serie sul 2-2.

Primo quarto

C’è una novità di quintetto per Sassari (McGee per Carter). La partenza è gestita a ritmi bassi su entrambi i fronti (4-4 al 2’30”). I padroni di casa provano un allungo (9-4 al 4′), subito dopo che Mazzola ha speso il terzo fallo e consumato il bonus. L’Umana Reyer si affida con poca precisione (0/7) al tiro da 3, così il Banco di Sardegna allunga fino al 17-8 al 7’30”. L’ingresso in campo di Tonut (5 di fila e 17-13 all’8′) e De Nicolao (tripla del 20-16 all’8’30”) dà la scossa, anche se Cooley resta un fattore e chiude il primo quarto sul 23-16.

Secondo quarto

Gli orogranata lottano a rimbalzo offensivo (dal sesto di squadra arriva il 25-18 di Giuri all’11’), ma Sassari trova dalla panchina Spissu e Carter, determinanti nell’allungo sul 35-22 al 14′. Haynes mette una tripla ottimamente costruita con la circolazione di squadra, anche se i padroni di casa incrementano ulteriormente il margine fino al +15 (40-25 al 15’30”). Dal 42-27 del 16′, l’Umana Reyer scalda la mano e, nonostante Cooley sia il primo a toccare la doppia cifra, le triple di Bramos e soprattutto Haynes (due di fila per il 13° punto personale) riportano gli orogranata sotto i dieci di ritardo (47-38 al 18′). Ancora da 3, Bramos fa anche -8 (49-41), ma i primi errori ai liberi della partita orogranata (0/2 di Vidmar) vengono pagati cari, visto che Pierre può chiudere il primo tempo sul 51-41.

Terzo quarto

L’Umana Reyer rientra in campo con un piglio molto più deciso. Haynes firma da solo un parziale di 0-5 (51-46 al 21′) a cui Sassari risponde con Thomas e Cooley (56-46 al 21’30”). Si procede a strappi e, anche per il tecnico alla panchina sarda, Watt, Daye (da 3 e dalla lunetta) e Vidmar riavvicinano gli orogranata sul 56-53 al 23’30”, poi è -2 (58-56) con la tripla di Cerella al 24’30”. I padroni di casa riprendono però l’inerzia e riallungano sul 67-58 al 26′. Stone mette la tripla del 67-61, ma il Banco di Sardegna continua ad allungare: 75-61 al 27’30”, poi 79-63 al 28’30”. Il +16 permane anche all’ultimo intervallo dopo i canestri di Vidmar e Polonara per l’81-65.

Ultimo quarto

C’è un po’ di confusione, in campo, in avvio di ultimo periodo. L’Umana Reyer torna a -12 con De Nicolao, Watt e Daye (83-71 al 32′), prima che Watt esca per cinque falli. Poi Vidmar fa sentire la voce grossa a rimbalzo ed è -10 (85-75) con la tripla di Daye al 34’30”, su cui la panchina sassarese chiama time out. Si riparte con un’altra tripla, di Bramos (85-78 a metà quarto). Gli orogranata alzano l’intensità difensiva ed è 86-80 con Daye al 36’30” e di nuovo time out di Pozzecco sulla palla persa provocata dal raddoppio di Vidmar su McGee. De Nicolao, dopo aver recuperato un rimbalzo offensivo, subisce fallo e mette il libero dell’86-81 e si entra negli ultimi 2′ ancora sul -5 (89-84) dopo le triple di McGee e Daye. A -1’29”, l’instant replay inverte una rimessa, assegnandola all’Umana Reyer: Haynes trova l’89-86 a -1’25”, poi sbagliano da 3 Pierre e Daye, con il quinto fallo di Vidmar a rimbalzo offensivo e 2/2 dalla lunetta di McGee per il 91-86 a -48”. Chiama time out coach De Raffaele e Haynes segna due rapidi, ma poi spende fallo su Carter, che fa 2/2, così come McGee dopo l’errore di Bramos da 3. Altro time out veneziano sul 95-88 a -21”, ma l’Umana Reyer non segna, perde palla e la serie torna così al Taliercio in parità.

Parziali: 23-16; 51-41; 81-65, Finale: 95-88

Banco di Sardegna: Spissu 9, Smith 10, McGee 11, Carter 12, Devecchi 2, Magro, Pierre 12, Gentile, Thomas 19, Polonara 2, Diop ne, Cooley 18. All. Pozzecco.
Umana Reyer: Haynes 22, Stone 7, Bramos 9, Tonut 7, Daye 16, De Nicolao 6, Vidmar 6, Biligha ne, Giuri 2, Mazzola, Cerella 3, Watt 10. All. De Raffaele.

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • 5 consigli per favorire il benessere intestinale

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • Incidente fra mezzi pesanti sulla A4 a San Stino, un morto

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento