Umana Reyer-Armani Excharge Milano: risultato partita oggi 18 novembre 2018

L'Umana Reyer esce battuta solo di misura (81-84) dall’AX Milano al termine del big match della settima giornata, perdendo l’imbattibilità e il primo posto, ma restando seconda solitaria

Un momento del match (foto: reyer.it)

Il Taliercio tutto in piedi ad applaudire conferma la grande prova dell’Umana Reyer, che esce battuta solo di misura (81-84) dall’AX Milano al termine del big match della settima giornata, perdendo l’imbattibilità e il primo posto, ma restando seconda solitaria alle spalle della corazzata milanese.

Primo tempo

Stone recupera ed è in quintetto con Haynes, Bramos, Daye e Vidmar, che segna il primo canestro orogranata per il 2-2 all’1’30”. Ma Milano parte decisamente meglio ed è subito time out veneziano al 3’30” sul 2-12. Stone prova a caricare di falli i lunghi avversari, ma l’attacco dell’Umana Reyer continua a fare fatica e così è 3-19 al 5’30”. L’ingresso di Watt e Tonut, entrambi subito a segno, prova a dare la scossa alla squadta (7-19 al 6’30”), anche se Milano continua a segnare, portandosi sul 7-29 al 9′. I liberi di Watt e il canestro di Daye riportano gli orogranata sotto il -20 (11-29), con cui si va però al primo intervallo dopo i liberi di Jerrells dell’11-31. Il secondo quarto si apre con una schiacciata di Watt su assist di Tonut, anche se il centro spende poi in rapida successione secondo e terzo fallo. Ma l’Umana Reyer inizia a difendere più forte, trovando efficacia nella zona 3-2. Una tripla di De Nicolao dà il 15-32 all’11’, con il punteggio che, in questo frangente, si muove poco. A metà periodo è dunque 19-38, ma la seconda metà di quarto vede in campo la miglior Umana Reyer, trascinata dal pubblico del Taliercio sold out. Biligha e Tonut trovano i canestri per il 25-38 del 16’30”, capitan Haynes la tripla del 28-40 al 17′, con Pianigiani costretto al time out dopo la nuova accelerazione di Tonut (30-42 al 17’30”). Gli ospiti ritrovano subito il +14 con Brooks, ma l’inerzia non cambia e così Biligha su assist di Tonut e Daye dalla lunetta chiudono il primo tempo sul 34-44.

Secondo tempo

Anche il secondo tempo inizia con pochi canestri: Bertans e Tonut da 3, per il 37-47 al 23′. L’Umana Reyer torna sotto la doppia cifra di ritardo (40-49) al 24’30” con la tripla di De Nicolao, poi infila un parziale che dal 42-53 del 25’30” la porta sul 51-53 al 27’30”, con De Nicolao e Watt grandi protagonisti, ben supportati dal resto della squadra, che difende con grande intensità. James prova a riscavare con un canestro da 3, ma Bramos gli risponde subito dall’arco. Tonut è più preciso di Gudaitis ai liberi ed è 56-57 al 28’30”, con De Nicolao che fallisce la tripla del sorpasso, anche se questo avviene comunque, al 29’30”, con Daye al termine di un’azione convulsa, ma di grandissima intensità: 60-59, che diventa 60-60 all’ultimo intervallo dopo il libero di Gudaitis. L’ultimo quarto si apre con il canestro di Biligha su assist di Daye in un’azione con ottima circolazione, poi si va avanti tra sorpassi e controsorpassi di un punto. Nonostante i quattro falli, Watt diventa un rebus per la difesa di Milano, che non riesce ad ariginarlo, anche perché i compagni orogranata riescono a costruire ottimamente i giochi per il centro. Gli ospiti riescono a trovare il +3 (70-73) al 35’30”, ma è ancora Watt, preciso anche dalla lunetta, a impattare prima a quota 73 e poi a riportare avanti l’Umana Reyer con una schiacciata su assist di De Nicolao (75-74 al 37′). Gli orogranata non riescono a convertire due ottime difese (recupero di Tonut su Bertans e una grande stoppata di Stone in recupero), così la tripla in transizione di Bertans permette a Milano di entrare negli ultimi 2′ sul 75-77 con pronto time out veneziano. Watt impatta di nuovo, Haynes risponde a Tarczewski ed è 79-79 al 39′. Segna James e per l’ennesima volta Watt, con la schiacciata dell’81-81 a -40”. Micov è bravo in sottomano a -29” (81-83) e, dopo il time out veneziano, Haynes sbaglia da 3, con Tarczewski che stoppa De Nicolao, bravo a recuperare il rimbalzo offensivo. Bramos è costretto al quinto fallo a -11”: 1/2 di Cinciarini e ultima possibilità orogranata per l’overtime, ma prima Haynes e poi Tonut falliscono e così finisce 81-84.

Parziali: 11-31; 34-44; 60-60

Umana Reyer: Haynes 5, Stone 1, Bramos 7, Tonut 15, Daye 8, De Nicolao 8, Vidmar 5, Jerkovic ne, Biligha 8, Giuri ne, Cerella, Watt 24. All. De Raffaele.

AX Armani: James 20, Micov 12, Milesi ne, Gudaitis 8, Bertans 14, Fontecchio, Tosi ne, Tarczewski 5, Cinciarini 11, Burns 2, Brooks 8, Jerrells 4. All. Pianigiani.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Anziana strattonata e rapinata nella notte a Venezia, i passanti bloccano l'aggressore

  • Cronaca

    Aggressione in via Cappuccina, tre persone ferite con un taglierino

  • Attualità

    Con lo sviluppo degli impianti ferroviari, al via il potenziamento merci al porto di Venezia

  • Cronaca

    Accampamento all'ex Ospedale al Mare smantellato: due denunciati

I più letti della settimana

  • Lutto a Martellago e nel Veneziano per la morte improvvisa di Andrea Priviero

  • Succede in palestra a Mestre: gli addetti alle pulizie entrano nello spogliatoio femminile senza avvertire

  • Carlotta è stata trovata: era nella barca dei genitori al porto di Jesolo

  • Divieto di targa straniera, prime multe e sequestri in provincia

  • Polizia con i cani fuori da scuola: gli studenti abbandonano la droga in autobus

  • Cade violentemente a terra all'Harry's Bar e sviene: soccorsa dal medico presente in sala

Torna su
VeneziaToday è in caricamento