Il gol del Venezia: insieme a Patriarcato e Caritas diocesana per la Santa Pasqua

La società collabora con il Patriarcato di Venezia, la Caritas e San Marco Ristorazione offrendo i pasti nei giorni di Pasqua somministrati nelle sue tre mense

In un momento particolarmente difficile per il paese e per la nostra città, Venezia FC collabora con il Patriarcato di Venezia, la Caritas diocesana e San Marco Ristorazione offrendo i pasti nei giorni di Pasqua somministrati nelle sue tre mense.

Il servizio

Le mense della Caritas di Venezia non hanno mai interrotto in questi giorni il loro servizio, seppur con degli adeguamenti alle disposizioni cautelari imposte dalla pandemia del Coronavirus. Le limitazioni sanitarie tuttora in vigore non consentiranno però di organizzare dei veri e propri pranzi, nelle stesse modalità seguite lo scorso Natale. Nonostante questo la Caritas veneziana, nei giorno pasquali, servirà i pasti a tutti gli ospiti delle tre mense “San Giuseppe” (a Venezia), “Papa Francesco” (Marghera) e a Ca’ Letizia (Mestre). Il pasto comprenderà un menù speciale, con una fetta di colomba e un uovo di cioccolato che sarà donato ad ogni ospite.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le parole del presidente

Il dolce pasquale, inoltre, verrà donato anche ai detenuti delle carceri cittadine e ai piccoli ospiti della casa famiglia san Pio X a Venezia. «Attraverso questo piccolo gesto, vogliamo mostrare la nostra vicinanza a Venezia e alle persone che sono in maggiore difficoltà - ha dichiarato il presidente del Venezia FC Duncan Niederauer - La Pasqua dovrebbe essere un momento di gioia, trascorso insieme alle proprie famiglie. Quest’anno, a causa della pandemia che stiamo affrontando, non sarà facile per nessuno di noi godersi queste giornate. In questo frangente, i nostri pensieri vanno soprattutto a quelle persone che non possono godere dell'affetto dei loro familiari, e a coloro che si trovano ad affrontare difficoltà economiche. Non possiamo risolvere il problema da soli, ma siamo felici come club di poter contribuire.»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

Torna su
VeneziaToday è in caricamento