Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Venezia ai playout di B, la società ricorre al Tar: «Chiederemo la sospensione»

 

Prima i playout raggiunti all'ultima giornata con una tripletta di Zigoni. Poi la notizia (quasi) inaspettata: Palermo retrocesso per presunto illecito amministrativo e lagunari matematicamente salvi. Poi il nuovo capitolo della vicenda, con i rosanero riabilitati dalla corte di appello federale della Figc in serie cadetta. Non più retrocessione, ma 20 punti di penalizzazione. Ora è il Venezia a fare la voce grossa - almeno parzialmente - dopo che da un giorno all'altro si è ritrovato a dover disputare due partite dei playout, senza la dovuta preparazione fisica e sportiva, contro la Salernitana. Per gli arancioneroverdi, salvi, erano cominciate di fatto delle vacanze anticipate, con pause dagli allenamenti anche per 3 o 4 giorni, come spiegato dal tecnico Serse Cosmi. Di fatto questo era stato stabilito, e la società aveva ricevuto le dovute rassicurazioni.

Sospensione provvisoria

La richiesta è chiara: non un annullamento, ma la sospensione dei playout di serie B, per poter preparare in modo adeguato, dal punto di vista fisico e sportivo, le due partite che valgono, di fatto, un'intera stagione. È così che il direttore generale del Venezia Dante Scibilia, nel corso di una conferenza stampa tenutasi oggi alla presenza del tecnico Serse Cosmi e di Matteo Bruscagnin (in rappresentanza dei giocatori), ha dichiarato che la società Venezia Fc ricorrerà al Tar per chiedere la sospensione momentanea dei match che dovrebbero disputarsi contro la Salernitana, mercoledì 5 giugno (a Salerno) e domenica 9 allo stadio Penzo di Venezia.

Ricorso al Tar

«Domani mattina - ha spiegato Scibilia - depositeremo gli atti per ottenere la sospensione. Sono molto contrariato per quanto successo. Due giorni fa eravamo salvi, nessuno si è posto il problema di dirci che avremmo potuto giocare. Nonostante le rassicurazione della Lega, in 2 giorni sono state clamorosamente fissate le date dei playout».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento