Animali

In spiaggia con il proprio cucciolo. Cosa fare e cosa non fare

Una guida ai comportamenti corretti per la salute e il benessere del proprio amico a quattro zampe al mare

Con l'arrivo della bella stagione andare in spiaggia diventa l'attività preferita dalla maggior parte delle persone per rilassarsi, prendere il sole e fare il bagno nelle acque limpide dei mari di tutta Italia. Ma quest'attività diventa ancora più divertente se condivisa insieme al proprio amico a quattro zampe. Se siete titubanti sul portare il vostro cane al mare e non sapete bene come muovervi con fido in spiaggia ecco un vademecum su ciò che si deve fare e che non si deve fare al mare con il proprio cucciolo. 

Gli accorgimenti sotto il sole 

Per tutti coloro che decidono di portare il proprio cane al mare, bisogna tenere a mente tutti gli accessori da portare con sé per vivere una giornata di spiaggia in piena serenità e nel rispetto del proprio cane ma anche delle altre persone. 

Tra gli oggetti da non dimenticare per la siaggia con il proprio pet troviamo: 

- il sacchetto per i bisognini e la paletta per raccoglierli 

- i documenti del vostro cucciolo (libretto sanitario)

- una lista di veterinari nelle vicinanze in caso dovesse essercene bisogno 

- ciotole per cibo e acqua

- cibo e acqua fresca (perché anche il cane può disidratarsi al sole)

- una piccola brandina (con un telo mare apposito) per evitare che il proprio pet rischi di scottarsi sulla sabbia rovente. 

- creme protettive solari per i cani a pelo corto 

Così come per le persone, bisognerebbe evitare di portare il proprio cane in spiaggia durante le ore più calde. I cuccioli, infatti, rischiano tanto quanto noi umani il colpo di calore con conseguenze a volte pericolose. È molto importante, infatti, creare sempre una zona d'ombra per rinfrescarsi e avere con sé abbondante acqua per bagnare il cane in caso di caldo forte. 

Le regole in acqua

Bisogna precisare che alcuni cani amano l'acqua, quindi non esiteranno a buttarsi a nuotare e giocare con il proprio padrone, altri, però, la odiano o ne sono terrorizzati. Se questo è il caso del vostro cagnolino allora bisognerà munirsi di pazienza e far conoscere piano piano questo nuovo elemento al proprio amico a quattro zampe. La cosa più importante da fare è non buttarlo in acqua all'improvviso o forzarlo altrimenti questa paura diventerà ancora più grande. 

In caso di mare mosso o cane impaurito la cosa più importante da fare è restare sempre al fianco del proprio cucciolo facendogli sentire il vostro amore con carezze e coccole e se non riuscisse a uscire dall'acqua, allora potete aiutarlo prendendolo in braccio e accompagnandolo fuori. Attenzione solo a non fargli bere l'acqua salata del mare che potrebbe causare disturbi. 

Cosa fare dopo il bagno

Una volta uscito dall'acqua, bisogna sempre sciacquare il pelo del proprio cane con acqua dolce, perchè sia il pelo che la pelle potrebbero seccarsi eccessivamente con la salsedine e la sabbia potrebbe restare impigliata nel pelo. Altra cosa molto importante da fare è asciugargli subito le orecchie. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In spiaggia con il proprio cucciolo. Cosa fare e cosa non fare

VeneziaToday è in caricamento