Attualità

Lauree e acqua alta in Piazza San Marco, il rettore: «giornata difficile ma comunque un momento importante»

31° edizione della cerimonia di Ca' Foscari rimandata dal 15 novembre a oggi con 1.127 neodottori

La giornata di laurea in Piazza San Marco giunge alla trentunesima edizione e, nonostante l'acqua alta, celebra il traguardo raggiunto da ben 1.227 neodottori dell'Università Ca' Foscari Venezia. L'evento, celebrato questa mattina, sostituiva quello previsto per il 15 novembre, rinviato dopo le ondate di marea eccezionale che hanno colpito Venezia lo scorso mese. L'acqua alta, però, è tornata a invadere la piazza anche questa mattina in concomitanza con l'evento, raggiungendo i 110 cm sopra il livello del mare, ma questo non ha fermato i festeggiamenti, che si sono svolti anche se in forma ridotta.  

Ad aprire la cerimonia, come di consueto, il rettore di Ca’ Foscari Michele Bugliesi. Sul palco, a rappresentare il comune di Venezia, c’era Deborah Onisto. Per la Regione Veneto era, invece, presente Gianluca Forcolin.

«Ci dispiace che oggi il meteo non sia dei migliori ma è un momento importante che comunque i laureati volevano festeggiare». - ci tiene a specificare il rettore -  «Voi siete preziosi per l’università e per tutta la città che avete contribuito a tenere viva. Vi auguro il meglio per il vostro futuro».
 
I due migliori studenti della sessione, italiano e straniero, che hanno contribuito alla cerimonia con un discorso tenuto davanti ai loro colleghi laureandi sono stati: lo studente Lorenzo Palmas del corso di Economia e la studentessa Lin Lin di Lingue, culture e società dell'Asia e dell'Africa mediterranea.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lauree e acqua alta in Piazza San Marco, il rettore: «giornata difficile ma comunque un momento importante»

VeneziaToday è in caricamento