menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venezia, 57 alloggi in "social housing": due bandi per famiglie giovani e neo-laureati

La manovra per incentivare la residenzialità nel centro storico lagunare passa attraverso questi due bandi. Appartamenti disponibili nei vari sestieri della città

Emanati due bandi di concorso per la locazione di 57 alloggi comunali in regime “social housing” siti in Venezia centro storico e isole. Si tratta di un'opportunità riservata a nuclei familiari con reddito medio-basso e nuclei familiari giovani, con età inferiore a 31 anni.

Primo bando

Nello specifico il primo bando riguarda 29 alloggi da locare in regime contrattuale di social housing destinati a nuclei giovani under 40, con attività lavorativa nell'ambito della Città metropolitana, e saranno attribuiti punteggi aggiuntivi per nuclei con figli a carico e nuclei con sfratto per finita locazione.  Gli alloggi sono così distribuiti: Dorsoduro, Santa Croce, San Polo, Giudecca: 1 alloggio da 1 camera, 4 alloggi da 2 camere, 2 alloggi da 3 camere;  San Marco, Sant'Elena-Castello, Cannaregio: 1 alloggio da 1 camera, 12 alloggi da 2 camere; Lido, Malamocco, Alberoni: 1 alloggio da 1 camera, 1 alloggio da 2 camere; Lido, Alberoni (alloggi nuovi): 4 alloggi da 2 camere, 1 alloggio da 3 camere; Murano: 2 alloggi da 2 camere.

Secondo bando

Il secondo bando riguarda 28 alloggi riservati ai nuclei familiari giovani con età inferiore a 31 anni. L'attenzione si concentra quindi su giovani, soprattutto neolaureati, che intendono vivere in centro storico. Gli alloggi sono così ripartiti: 7 a Dorsoduro, Santa Croce, San Polo, Giudecca; 13 a San Marco, Sant'Elena-Castello, Cannaregio; 1 a Lido, Malamocco, Alberoni; 5 a Lido-Alberoni (alloggi nuovi); 2 a Murano.

«Incentiviamo la residenzialità»

«Con questi bandi - commenta la vicesindaco Luciana Colle - abbiamo voluto dare un chiaro segnale di attenzione nell'ottica di incentivare la residenzialità nel centro storico di Venezia. In particolare ci siamo posti l'obiettivo di facilitare l’accesso al mercato della locazione alle famiglie e alle giovani coppie, con lo scopo di salvaguardare e rigenerare un tessuto sociale residenziale vivo e coeso, favorendo il legame con il territorio anche per motivi di studio o lavoro».

Il canone

Il canone dovuto per il primo periodo sarà particolarmente favorevole, con riduzione percentuale pari all’80% e accantonamento di una quota da definire, in un fondo infruttifero, che verrà restituito all’inquilino nel caso in cui questi lasci spontaneamente l’alloggio entro il primo rinnovo contrattuale (4 anni). Nel caso in cui l’inquilino non lasciasse spontaneamente l’alloggio entro la data del primo rinnovo, la somma accantonata nel fondo sopra indicato verrà contabilizzata a titolo di canone di affitto da parte dell'amministrazione comunale. Per la rimanente durata, fino a scadenza naturale del contratto (successivi 4 anni), non sarà applicata alcuna riduzione del canone di affitto.

Come fare domanda

Le domande potranno essere presentate a partire dal 20 settembre 2018 fino al 4 novembre 2018. La domanda dovrà essere redatta utilizzando unicamente la procedura online collegandosi all’indirizzo: https://portale.comune.venezia.it/bandi/accedi, previa registrazione, seguendo le apposite istruzioni per la compilazione della dichiarazione e dovrà essere intestata alla persona che poi beneficerà della locazione. L’inserimento delle domande sarà possibile fino alle ore 13 del giorno del 4 novembre 2018.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento