rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Attualità

Actv, abbonamenti agevolati per chi è senza lavoro

Il Comune ha deciso di istituire delle tariffe agevolate per chi, durante questo periodo di crisi, si trova disoccupato o in cassa integrazione

Il Comune ha adeguato le tariffe di abbonamento in rete in vigore per i servizi urbani di trasporto pubblico locale di competenza del Comune di Venezia e affidati ad Actv spa. Nell'ambito delle nuove tariffe di abbonamento, si vuole sostenere i lavoratori in difficoltà a causa della crisi economica, al fine di assicurare garanzie di mobilità nel territorio comunale, favorendo la ricerca di nuove opportunità di lavoro e agevolando alcune funzioni essenziali ai fini dell'economia familiare.

E' stata pertanto istituita una nuova tariffa di abbonamento mensile per i cittadini residenti nel Comune che si trovano in una delle seguenti condizioni, utilizzabile per un massimo di 12 mensilità:
- coloro che percepiscono ammortizzatori sociali;
- coloro che hanno perso l'occupazione e che non percepiscono alcun ammortizzatore sociale;
- coloro che hanno terminato il periodo di godimento dell'ammortizzatore sociale.

Le suddette tariffe di abbonamento mensile sono:
- a una rete, automobilistico o navigazione (26 euro)     
- a due reti, automobilistico e navigazione (30 euro)
 
Per accedere al servizio occorre avere preventivamente sottoscritto un modulo di autodichiarazione debitamente compilato, siglato in ogni foglio, nonché firmato per esteso e consegnato presso gli uffici della Direzione Mobilità e Trasporti, sede di Villa Ceresa. Lo stabile si trova in via Mancini, 10 a Mestre. Per informazioni chiamare lo 041-5459421. Fax allo 041-5459490. Le richieste vanno presentate nelle giornate di lunedì e mercoledì, al mattino dalle ore 10.30 alle 12.30 e al pomeriggio dalle ore 14.30 alle 16.30.
 
Al modulo di autodichiarazione è obbligatorio allegare:
- copia di un documento di identità in corso di validità;
- idonea documentazione che attesti la sussistenza dei requisiti per accedere alle tariffe di abbonamento destinate a coloro che hanno perso il lavoro o sono percettori di ammortizzatori sociali.


Si informa che il cittadino che sottoscrive l'autocertificazione deve dichiarare che è a conoscenza delle conseguenze penali che derivano se la dichiarazione risultasse falsa a seguito dei controlli che il competente ufficio si riserva di eseguire.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Actv, abbonamenti agevolati per chi è senza lavoro

VeneziaToday è in caricamento