menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'acqua alta del 29 ottobre

L'acqua alta del 29 ottobre

Un anno da record per l'acqua alta: maree sostenute raddoppiate rispetto al 2017

I dati del centro previsioni. Per la prima volta nella storia due valori "eccezionali" nella stessa giornata, il 29 ottobre. Il livello del medio annuale (35 centimetri) è il quarto più alto di sempre

Il 2018 è stato un anno impegnativo per le maree, e non solo per il numero di eventi registrato. Difficile dimenticare il picco eccezionale di 156 centimetri registrato il 29 ottobre, negli stessi giorni in cui il maltempo falcidiava vaste aree del Nord-est. Ma in generale i livelli nei 12 mesi appena trascorsi sono stati elevati. A Venezia i 121 eventi di marea sostenuta (tra gli 80 e i 110 centimetri) sono stati quasi il doppio di quelli verificatisi nel 2017. Livelli di marea sopra i 120 centimetri (ma sotto i 140) si sono verificati 9 volte. E poi 2 casi di marea eccezionale. Sono i dati diffusi oggi dal Centro previsione e segnalazione maree del Comune di Venezia sull'andamento mareografico del 2018.

I valori record

I valori importanti sono altri ancora: alcuni parametri, infatti, hanno persino superato i valori del terribile 4 novembre 1966. I record registrati: è la prima volta nella storia - dal 1872 - che sono state registrate nella stessa giornata due maree eccezionali, appunto il 29 ottobre con 156 centimetri alle 14.40 e 148 alle 20.25; sempre il 29 ottobre è stato registrato il valore della marea minima più alto della storia con 119 centimetri alle 17.35. Gli eventi precedenti sono del 2012 con 117 e del 1966 con 116; il massimo del 29 ottobre, 156 centimetri, è il quarto valore di sempre, uguagliando il livello registrato il primo dicembre 2008; gli altri sono 194 il 4 novembre 1966, 166 il 22 dicembre 1979 e 159 l'1 febbraio del 1986; sempre il 29 ottobre è stato registrato il secondo contributo meteorologico della storia, curiosamente con 156 centimetri, lo stesso valore che qualche ora prima aveva registrato la marea totale. Il primo è del ‘66 con 184 centimetri, il terzo nel '79 con 129.

Notevoli anche le basse maree

Ancora: record di permanenza consecutiva del livello della marea sopra i 120 centimetri (il 29 ottobre ha uguagliato il massimo fino ad ora detenuto dal 4 novembre 1966); anche la permanenza sopra i 110 centimeti e i 130 è stata da record, segnando i secondi valori della storia rispettivamente con 15 ore e 50 minuti consecutive e 10 ore (in due fasi); record per il livello medio del mese di marzo più alto della storia, con 52,4 centimetri; infine 3 eventi con livello di marea maggiore o uguale a 110 centimetri in marzo non si sono mai registrati: il massimo era fermo a 1. Anche le basse maree si sono presentate con valori più intensi degli anni passati. Nel mese di gennaio infatti sono state registrate ben 3 basse maree inferiori a -50 centimetri di cui 2 con valori inferiori a -60 centimetri.

Quarto valore medio annuale

Il livello del medio annuale è risultato di 35 centimetri rispetto allo zero mareografico di Punta della Salute; un valore di quasi 7 centimetri più alto di quello del 2017, complessivamente il quarto della storia. Per quanto riguarda invece i parametri meteorologici, si evidenzia che la temperatura media annuale, nel centro storico di Venezia, si attesta a circa 15,9°C, quasi un grado in più rispetto allo stesso valore del 2017 ma assolutamente nella media degli ultimi 10 anni. Nel periodo recente le temperature medie annuali più alte sono state registrate nel 2012 con 16,4°C e nel 2014 con 16,3°C, mentre 15,9°C sono stati i valori medi oltre che del 2018 anche del 2009, 2011, 2015 e 2016.

Schermata 2019-01-04 alle 13.33.49-2

Il mese più piovoso dell’anno è stato marzo, il secondo negli ultimi 20 anni (ovvero da quando il Centro Maree misura la precipitazione in centro città) sia per la precipitazione cumulata (la somma di tutta la precipitazione del mese) che ha raggiunto 144mm che per giorni di pioggia, in questo caso 13.
La raffica di vento più intensa è stata registrata sempre il 29 ottobre con quasi 116km/h a direzione da scirocco, uno tra i valori più alti della storia per venti da sud est.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento